Anziché usare la candeggina, ecco l’igienizzante fai da te che aiuta a eliminare la muffa da fughe, guarnizioni e silicone del box doccia

Uno dei maggiori pericoli, ai quali potremmo essere esposti nelle nostre stesse abitazioni, è la muffa. Questa si manifesta principalmente in condizioni di umidità ed è spesso favorita dalla condensa e dall’assenza di circolo d’aria.
Tra gli ambienti di casa più esposti a queste condizioni vi è sicuramente il bagno. Infatti, è proprio qui che bisognerebbe prestare più attenzione alla muffa ed eventualmente intervenire cercando di rimuoverla. In questo articolo vedremo, quindi, come realizzare un rimedio fai da te, senza utilizzare la candeggina.

Bastano 3 ingredienti davvero eccezionali

Dunque, per tentare di eliminare la muffa dalle superfici esposte all’umidità, come quelle presenti in bagno, avremo bisogno soltanto di 3 ingredienti.
Il primo è l’acqua ossigenata che, come abbiamo già visto in altri articoli, potrebbe essere un valido disinfettante e sbiancante. Recentemente, infatti, abbiamo scoperto che potremmo utilizzarlo anche per pulire e sbiancare scarpe e stivali senza utilizzare la lavatrice.

Il secondo ingrediente è il detersivo per i piatti, un tensioattivo che potrebbe essere utile per eliminare meglio lo sporco.

Infine, il terzo ingrediente è l’acido citrico, noto per le sue proprietà anticalcare. All’interno dell’igienizzante, che vedremo tra poco, l’acido citrico ci servirà per stabilizzare l’acqua ossigenata.

Quindi, anziché usare la candeggina, ecco l’igienizzante fai da te che aiuta a eliminare la muffa da fughe, guarnizioni e silicone del box doccia

Una volta svelati gli ingredienti principali di questo igienizzante, vediamo come mescolarli insieme e con quali quantità. Ci serviranno:

  • mezzo litro di acqua distillata;
  • 400 millilitri di acqua ossigenata al 12%;
  • 2 cucchiai di detersivo piatti;
  • 2 cucchiaini di acido citrico in polvere.

Iniziamo quindi aggiungendo l’acido citrico nell’acqua e facciamolo sciogliere con l’aiuto di un cucchiaio di legno. Dopo di che, aggiungiamo l’acqua ossigenata ed infine il detersivo per i piatti. Una volta mescolati, versiamo la miscela in appositi contenitori spray pronti all’uso.

Per fare un lavoro ancora più certosino, potremmo pretrattare le superfici, spruzzando una soluzione alcalina, come acqua e carbonato di sodio. Oppure, in alternativa, potremmo applicare una miscela con acqua e sapone di Marsiglia, lasciando agire per 15 minuti.
Questi due stratagemmi ci permetterebbero di aumentare la produzione di ossigeno e quindi l’efficacia del trattamento successivo. Quindi, anziché usare la candeggina, ecco l’igienizzante da auto produrre in casa e con pochi ingredienti che potrebbe farci dimenticare della muffa in bagno.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te