Anziché piantare i soliti salvia e rosmarino, potremmo coltivare questa pianta aromatica con foglie colorate dal profumo intenso 

Con la bella stagione è quasi inevitabile volersi dedicare al giardinaggio per replicare anche in balcone o in giardino il trionfo di colori e profumi primaverili.

Per questo, abbiamo già provveduto a consigliare la coltivazione di questo amatissimo fiore dal giallo intenso, ottimo per ravvivare tanto gli esterni quanto gli interni.

Tuttavia, chi è consapevole di non avere pollice verde, potrebbe scoraggiarsi sin da subito, accantonando l’idea di piantare qualcosa per paura di combinare disastri.

Problema risolto, perché in ambito green esistono svariati trucchetti grazie ai quali prendere confidenza con l’attività e ottenere ottimi risultati.

Ad esempio, le piante grasse sono tra le prime opzioni per avvicinarsi a questo hobby, in quanto richiedono poche cure e danno grandi soddisfazioni.

Inoltre, anche la coltivazione delle piante aromatiche non presenta grandi scogli da superare ed è quindi perfetta per chi è alle prime armi.

Tuttavia, anziché piantare i soliti salvia e rosmarino, potremmo coltivare questa pianta aromatica che si distingue per foglie colorate dall’aroma intenso.

Stiamo parlando di una varietà che pochi conoscono, ovvero il basilico rosso che, rispetto a quello tradizionale, presenta foglie violacee e più profumate.

Una tale presentazione potrebbe indurre a pensare che si tratti semplicemente di basilico ornamentale, ma in realtà trova anch’esso ottime applicazioni in cucina.

Si caratterizza per un sapore più deciso rispetto al solito basilico, ma è comunque altrettanto indicato per la preparazione di pesto o altre salse.

L’unica accortezza che si richiede è quella di prelevare le foglie con le mani anziché con un coltello, che potrebbe alterarne il gusto.

Anziché piantare i soliti salvia e rosmarino, potremmo coltivare questa pianta aromatica con foglie colorate dal profumo intenso

Non resta, dunque, che scoprire come coltivare il basilico rosso in vaso, tenendo presente che potremmo poi collocarlo sia in interno che in esterno.

Dopo aver comprato un panetto che include alcune piantine, separiamole delicatamente prima di travasarle.

Ricordiamo che è meglio scegliere un vaso di medie dimensioni, in quanto la varietà rossa tende a raggiungere dimensioni maggiori rispetto a quella verde.

Una volta stesi uno strato di argilla espansa e uno di ghiaia, aggiungiamo anche del terriccio universale.

Scaviamo per creare la conca in cui inserire le nostre piantine e, dopo aver ricoperto con altro terriccio, procediamo con la prima annaffiatura.

A tal proposito, vale la stessa regola adottata per il basilico normale, ovvero dare poca acqua ma spesso, evitando tanto le secche quanto i ristagni.

Se decidiamo di mettere la pianta in esterno, teniamo a mente che teme il sole diretto, preferendo quindi zone più in ombra.

Infine, per quanto riguarda la potatura, cerchiamo di eliminare la fioritura apicale, che ostacolerebbe una crescita rigogliosa della pianta.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te