Andare gratis dal dentista, ecco come fare

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Le cure dentarie sono un aspetto essenziale della nostra salute. Purtroppo, però, molte persone sono obbligate a trascurare la propria dentatura a causa dei costi elevati delle prestazioni odontoiatriche. In questo articolo cercheremo di capire se è possibile andare gratis dal dentista, ecco come fare per evitare i costi dell’odontoiatra. Chiariamo subito che il servizio sanitario consente di accedere alle cure dentarie al solo costo del ticket. Il paziente dovrà però pagare interamente i materiali utilizzati come protesi, apparecchi ed impianti. Insomma, il grosso della spesa rimane comunque a carico del cittadino. Soltanto alcune categorie di persone potranno accedere alle cure gratuite a carico del SSN. Si tratta dei soggetti con patologie tali da richiedere immediate e indifferibili cure dentistiche e le persone in grave difficoltà economica. Oltre ai ragazzi fino a 14 anni, ma solo per alcune prestazioni di base.

Le detrazioni fiscali

Abbiamo visto che è molto difficile andare gratis dal dentista, ecco come fare a recuperare almeno il 19% della spesa. I contribuenti possono infatti detrarre dalla propria IRPEF il 19% di tutte le spese mediche, compreso quindi il dentista. Il paziente dovrà richiedere al professionista l’emissione della fattura e controllare successivamente il proprio 730 precompilato. Il Fisco dovrebbe aver già calcolato l’importo della detrazione e il contribuente dovrà solo aspettare il rimborso in busta paga. La legge prevede comunque una franchigia di 129,11 euro ed una serie di limitazioni. Insomma, il dentista è costoso e lo Stato ci aiuta ben poco a sostenere queste spese. I Lettori possono trovare una guida alle detrazioni delle spese sanitarie in un nostro approfondimento.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Andare gratis dal dentista, ecco come fare

Una soluzione per non pagare le fatture del dentista è scegliere una copertura assicurativa sanitaria. Si tratta di polizze che rimborsano le spese sanitarie del contraente e dei suoi familiari. Queste polizze sono ancora poco diffuse perché considerate costose, negli anni però il loro prezzo sta scendendo considerevolmente. Nonostante queste assicurazioni siano sempre meno esose ed il loro costo sia detraibile, sono pochi i cittadini che decidono di sottoscriverle. Solitamente gli assicurati beneficiano di una copertura prevista dal datore di lavoro per i propri dipendenti. Le polizze sanitarie consentono, in un certo senso, anche di andare gratis dal dentista, ecco come fare per girare la fattura a qualcun altro.

Gratis o pagando una piccola percentuale

Le assicurazioni sottoscrivono degli accordi con alcuni studi dentistici sul territorio. Gli assicurati che si rivolgono ai centri convenzionati pagheranno solo una piccola percentuale della fattura, solitamente non superiore al 20%. Per alcune prestazioni la compagnia provvederà a saldare l’intero importo della fattura, senza nulla a carico del cliente. Se invece il proprio dentista di fiducia non fosse convenzionato, l’assicurato dovrà anticipare l’intero costo delle prestazioni. Per richiedere in seguito un parziale rimborso alla propria compagnia.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te