Andamento dei mercati finanziari: la prospettiva in un momento difficile

In un momento come questo, con dosi doppie o addirittura triple di notizie preoccupanti ogni giorno, un po’ di prospettiva può aiutarci a fare molta strada.

Per quanto preoccupante sia stata la rapida discesa dei titoli in un mercato orso, e per quanto possa preoccupare gli investitori, tutti noi dobbiamo pensare prima di tutto alla nostra salute e a quella dei nostri cari. Covid-19, la malattia causata dal coronavirus emerso in Cina alla fine dello scorso anno, è stata dichiarata pandemia. La velocità con cui la malattia si sta diffondendo ha portato le autorità ad adottare misure forti, tra cui la chiusura delle scuole e la cancellazione di eventi sportivi, a livello nazionale e comunitario.

L’interruzione della vita quotidiana sarà sostanziale in tutto il mondo. Molti in Asia hanno vissuto con tale sconvolgimento, e le preoccupazioni per il virus sono aumentate, già da diverse settimane. Non è stato e non sarà facile, ma è necessario.

Andamento dei mercati finanziari. Una nuova realtà a breve termine

I mercati finanziari riflettono chiaramente la nostra nuova realtà, riconoscendo che la forte medicina necessaria per contrastare la diffusione di Covid-19 rischia anche di frenare la crescita economica a breve termine.

Il risultato potrebbe essere una lieve recessione negli Stati Uniti, la nazione a cui tutti guardano, anche se riteniamo che potrebbe essere breve. Riteniamo inoltre che il rischio di recessione sia aumentato in altri mercati sviluppati.

In Cina, dove l’attività sta lentamente tornando alla normalità, ci aspettiamo una crescita del PIL di circa il 5% nel 2020, rispetto al 6,1% riportato per il 2019. Ovvi i rischi per i partner commerciali globali della Cina.

È qui che alcuni punti di vista specifici dell’economia e dei mercati possono essere preziosi:

Ci aspettiamo che i mercati raggiungano questo punto di tanto in tanto.

I mercati azionari globali hanno registrato otto mercati orsi negli ultimi 40 anni, cioè uno più o meno ogni cinque anni. In parole povere, era inevitabile un significativo arretramento del mercato.

Rimaniamo ottimisti sulle prospettive di ripresa economica e di mercato

L’ultima recessione globale, la crisi finanziaria globale del 2008 e del 2009, è stata profonda e lunga. Non vediamo questa ultima sfida sotto la stessa luce. La crisi finanziaria globale è stata un castello di carte che è caduto, una crisi di eccessiva leva finanziaria, con il sistema finanziario stesso in pericolo. Ora il sistema è più solido. E anche se ci aspettiamo che le economie globali si contrarranno nel secondo trimestre, crediamo che la maggior parte di esse sarà in grado di rimbalzare fortemente nel corso di quest’anno e all’inizio del prossimo. Questo quando lo shock legato al virus si placherà e la domanda repressa emergerà.

La risposta dei responsabili politici globali sarà fondamentale per l’andamento dei mercati finanziari.

È necessaria un’azione rapida e decisa per mitigare il virus stesso e i suoi effetti economici. Poiché i tassi d’interesse sono vicini e persino sotto lo zero, i politici possono concedersi un prestito di “credito sociale” a tassi finanziari veramente bassi.

Crediamo che uno stimolo fiscale audace e adeguatamente mirato possa aiutare i singoli individui e le economie a superare quello che dovrebbe essere un contrattempo temporaneo. Riteniamo che tali misure dovrebbero essere anticipate (come pare che stiano facendo i principali governi mondiali); dovrebbero mirare a un immediato contenimento ed eradicazione del virus, oltre a sostenere le piccole e medie imprese e le famiglie.

Soprattutto queste ultime, che potrebbero avere temporaneamente bisogno di denaro contante per rimanere a galla. Ultimamente i mercati hanno risposto alle proposte di stimolo nella misura in cui ritengono che le proposte possano essere efficaci.

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.