Ancora un record per Piazza Affari trascinata dall’impennata di un titolo

Le Borse europee sembrano scaldarsi in vista di un nuovo rally. Forse la primavera ci riserverà una nuova fase rialzista anche grazie al rafforzamento della campagna vaccinale. La Borsa di Milano ha chiuso con una nuova seduta positiva, anche grazie al forte rialzo di alcune blue chip.

La giornata si è conclusa con ancora un record per Piazza Affari trascinata dall’impennata di un titolo. Ecco cosa è accaduto oggi in Borsa.

I progressi della campagna vaccinale aiutano il rialzo delle Borse

Le Borse europee iniziano a rafforzarsi. Oggi, come ieri, l’indice tedesco Dax ha chiuso con un nuovo record storico, a 14.890 punti, in rialzo dell’1,3%. È stata la migliore Borsa in Europa e si è trascinata dietro il resto delle Piazze azionarie del Vecchio Continente.

A spingere i prezzi è stata la campagna vaccinale europea che sembra finalmente sulla strada giusta. Ha incoraggiato il messaggio del Premier inglese. Boris Johnson ha annunciato, per la prima volta dall’inizio della pandemia, la prima giornata con zero decessi a Londra.

È la prova che con una campagna vaccinale efficace il Covid 19 può essere sconfitto e in breve tempo si può tornare alla crescita economica. L’aspetto curioso è che la Borsa di Londra abbia reagito con un entusiasmo contenuto alla dichiarazione del Primo Ministro inglese. A differenza delle Borse d’Oltremanica, che hanno chiuso tutte in deciso rialzo.

Ancora un record per Piazza Affari trascinata al rialzo dall’impennata di un titolo

Anche Piazza Affari, come la Borsa tedesca, ha realizzato il suo record. Come avevamo scritto in questa precedente analisi, il superamento della soglia dei 24.500 punti, ha fatto accelerare i prezzi. Alle 16,00, dopo l’avvio di Wall Street, i prezzi hanno toccato un massimo a 24.707 punti.

Grazie a questo massimo, il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso l’ultimo gap lasciato aperto lo scorso anno nella violenta discesa seguita allo scoppio della pandemia. Al termine della seduta l’indice ha chiuso a 24.636 punti, in rialzo di quasi lo 0,9%. Massimo dell’anno e massimo degli ultimi tredici mesi.

La buona seduta di Piazza Affari, la quinta consecutiva in positivo, è stata sostenuta dal ritorno degli acquisti sui titoli bancari e finanziari. Ma anche dalla buona performance dei titoli industriali.

Il titolo Cnh ha svettato tra le blue chip con un rialzo del 4,3%. Ci sono rumors di un interessamento di una società cinese all’acquisto di alcuni rami d’azienda del gruppo. Tra i bancari i migliori sono stati Unicredit e Banco BPM dopo alcune sedute di appannamento. I due titoli sono al centro delle voci sul risiko bancario e quindi osservati speciali da parte degli operatori di Borsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te