Anche se non lo dicono ufficialmente milioni di italiani rischiano di dover annullare le vacanze

Il mese di agosto è tradizionalmente il periodo in cui la maggior parte degli italiani si reca nelle località di villeggiatura. Le città si svuotano velocemente e sulle autostrade si formano colonne di auto dirette verso spiagge e montagne. Il rito delle vacanze di Ferragosto sembra una tradizione a cui gli italiani non vogliono rinunciare. Nemmeno in questo periodo di pandemia.

Anzi, le restrizioni dei mesi scorsi hanno aumentato ulteriormente la voglia di trascorrere in spensieratezza il periodo estivo. Inoltre, l’esperienza dello scorso anno quando il virus con il caldo ha rallentato la propria diffusione, ha infuso ottimismo in molti italiani. Il Governo ha voluto supportare il turismo allentando le misure di contenimento. Ristoranti, bar e stabilimenti balneari hanno quindi riaperto con limitazioni minime per la gioia di operatori e cittadini.

Un settore chiave per l’economia italiana

La riapertura del Paese durante l’estate è dettata anche da esigenze di carattere economico. Il turismo, infatti, è un settore produttivo chiave per l’intera Penisola. Le comprensibili esigenze degli operatori del settore sono però talvolta contrapposte alla prudenza degli esperti. I quali hanno messo da subito in guardia rispetto al rischio di un nuovo aumento dei contagi. Che sono purtroppo in aumento nelle ultime settimane e destano grande preoccupazione nei palazzi del Governo. Insomma,  anche se non lo dicono ufficialmente, milioni di italiani rischiano di dover annullare le proprie vacanze nelle prossime settimane. Questo scenario trapela dai dati forniti dagli esperti del ECDC.

Anche se non lo dicono ufficialmente milioni di italiani rischiano di dover annullare le vacanze

La situazione in Italia peggiora giorno dopo giorno. Questo è il cupo scenario delineato dagli esperti del centro europeo che monitora l’andamento della pandemia. Entro pochi giorni molte regioni italiane rischiano di diventare zona gialla. Sicilia e Sardegna, addirittura, potrebbero diventare rosse entro poco tempo. Con pesantissime conseguenze per il turismo e l’annullamento di moltissime prenotazioni. Insomma, il Ferragosto degli italiani rischia di non essere sereno come molti speravano. Chi avrà comunque la fortuna di trascorrere qualche giorno in spiaggia dovrà prestare attenzione non solo al rischio contagi, ma anche a comportamenti che potrebbero avere conseguenze molto pensanti, come multe salatissime e addirittura anni di prigione.

Consigliati per te