Anche a febbraio si può iniziare a correre grazie anche a questi 10 utili consigli

Impariamo a camminare fin da piccoli, ma anche a correre, un’attività naturale per l’uomo e che, apparentemente, non richiederebbe grandi sforzi. Del resto, potrebbe capitarci di farlo già durante la giornata, ad esempio rincorrendo l’autobus che ci sta passando davanti. E correre è anche la parola magica che pronunciamo quando vogliamo perdere i chili in eccesso.

Uscire di casa per andare a correre è una sensazione piacevole, che ci fa stare bene, anche se l’inverno potrebbe non aiutare gli indecisi. Se non si è abituati a farlo, si potrebbe rischiare di rovinare il proprio rapporto con la corsa. Invece, anche a febbraio si può iniziare a correre, cercando di non strafare, ma provando a godersi questi momenti di piacevole e faticoso hobby.

Tutto sarà più facile grazie a questi 10 utili consigli

Fare una visita medico-sportiva. Per sicurezza, si dovrebbe fare ad ogni età ma, soprattutto dopo i 40 anni, sarebbe opportuno richiedere un certificato di buona salute.

Scegliere delle scarpe adatte alla corsa. Evitiamo di usare quelle da passeggio o “da ginnastica”. In caso di dubbi, andiamo in un negozio specializzato dove persone competenti ci consiglieranno le scarpe che daranno conforto ai nostri piedi.

Indossare l’abbigliamento adatto. Non bardiamoci, anche di inverno, come se dovessimo andare al Polo Nord. Anche in questo caso, un negozio specializzato saprà indicare quali magliette e felpine tecniche usare.

All’inizio, ignorare le tabelle. Impariamo a prendere confidenza con il nostro corpo e con le sue reazioni e la corsa sarà decisamente più piacevole se lasciata libera di esprimersi.

Scegliere un percorso vicino a casa. Anche fare il giro del caseggiato potrebbe aiutare a darci una sensazione di sicurezza in caso di difficoltà.

Anche a febbraio si può iniziare a correre grazie anche a questi 10 utili consigli

Gradualità è la parola magica. Provare a correre per qualche chilometro e senza fermarci, alla prima uscita, non sembrerebbe difficile. Con il rischio, però, che il corpo ci presenti il conto. Meglio, allora, partire con piccole distanze in modo da abituare pian piano le gambe alla fatica.

Darsi degli obiettivi e premiarsi. La corsa è una sfida per tanti e riuscire a raggiungere il piccolo traguardo che ci si è posti sarebbe una prima soddisfazione. Registrare su un taccuino gli allenamenti ci permetterà di rileggere, più avanti, le distanze percorse e i relativi tempi. E sarà motivante scoprire i miglioramenti registrati.

Correre da soli. La corsa è uno sport che aiuta a socializzare, ma quando si è all’inizio è consigliabile uscire da soli. Questo perché ognuno dovrebbe trovare il proprio passo, capire la resistenza e mettere a punto il motore. Una volta fatto, allora sarà più divertente condividere le successive uscite anche con amici e parenti.

Sfruttare la corsa per rilassarsi. Correre aiuta anche ad isolarsi, ad evitare di pensare al lavoro o ai problemi. E concentrarsi solo sulle cose belle rende ancora più piacevole questo momento.

Lasciare a casa il cronometro. Godiamoci la corsa in totale relax e senza farci condizionare dai tempi e dagli orologi.

E, una volta a casa, è utile sapere cosa mangiare per recuperare.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te