Analisi multi-time frame per Telecom dopo i conti

Telecom il 4 Novembre ha pubblicato la trimestrale con risultati superiori alle aspettative. Questo, però, non è servito a scuotere il titolo che anche il 7 Novembre ha sotto-performato l’indice principale.

Come interpretare questo apatia del titolo?

Nel breve periodo la tendenza è fortemente ribassista. Se alla chiusura del 4 Novembre il supporto a 0.7493 aveva tenuto, oggi ha ceduto come avevano già fatto il livello spartiacque e il TC2.

A questo punto, quindi, le quotazioni sono lanciate verso area 0.6524.

Una conferma della rottura del supporto rafforzerebbe la spinta ribassista. Un suo recupero darebbe qualche speranza ai rialzisti.

telecom-italia-d

Nel lungo periodo la tendenza in corso è ribassista da area 1.02 quando (era il Gennaio 2016). In quella data  il TC2 ha dato un segnale ribassista. Il raggiungimento del I° obiettivo ha frenato la discesa e da quel momento è iniziato un movimento intorno al valore di 0.7833. Da notare come il rimbalzo delle quotazioni sia stato frenato dalla resistenza dinamica (linea blu).

A questo punto o assistiamo a una chiusura mensile superiore a 0.7833 oppure le quotazioni sono destinate a raggiungere il II° obiettivo in area 0.2521. Gli obiettivi intermedi del ribasso in atto sono indicati in figura.

telecom-italia

 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te