Altro che vino e birra senza limiti, ecco quanto alcol si potrebbe bere per evitare l’insorgenza dei tumori

Con l’arrivo delle feste di Natale, certamente ci si prepara a dei giorni più spensierati. E ci si lascia andare anche un poco di più a tavola e il pranzo di Natale e Capodanno sarà sicuramente più sostenuto. Non mancheranno i piatti della tradizione e anche la classica bottiglia di spumante. Tuttavia facciamo attenzione, poiché altro che vino e birra senza limiti, ecco quanto alcol si potrebbe bere per evitare l’insorgenza dei tumori.

Cosa consumare durante le feste natalizie

In queste feste alcuni preferiscono mangiare più pesce, perché lo ritengono più salutare. Se vogliamo sorprendere i nostri ospiti, potremmo preparare degli sgombri alle erbe e ai mirtilli rossi, una ricetta da leccarsi i baffi. È noto, infatti, che gli sgombri contengano i famosi grassi omega 3, molto utili per abbassare il colesterolo.

Nei giorni che precedono il Natale, si potrebbe fare dell’attività fisica e controllare un po’ di più l’alimentazione. Questa sorta di preparazione permetterà al nostro corpo di mangiare di gusto senza far esplodere il girovita.

Altro che vino e birra senza limiti, ecco quanto alcol si potrebbe bere per evitare l’insorgenza dei tumori

Tra gli alimenti che avremo a disposizione in questi giorni certamente ci saranno delle buone bottiglie. Si dice che il vino metta allegria e un goccio di amaro aiuti a digerire. Tuttavia bisogna fare attenzione a rimanere sempre nei limiti. Infatti sembra che l’alcol sia implicato nell’insorgenza di brutte malattie, come i tumori.

Primo fra questi il tumore al fegato, poiché è proprio il fegato ad elaborare questa molecola tossica dell’alcol. Ma oltre a questo, l’alcol sembra coinvolto anche per quanto riguarda il cancro alla bocca, laringe, faringe, esofago e colon retto. Inoltre sembra anche collegato al tumore al seno post menopausa.

Qualcuno potrebbe dire che alcune bottiglie di alcol sono meno dannose, se non salutari, rispetto ad altre. Tuttavia gli esperti ritengono che le diverse bevande alcoliche hanno tutte la stessa molecola alla base, che è l’etanolo. Per questo motivo che sia whisky, grappa, rum, vodka, vino bianco o rosso, oppure birra o altra bevanda alcolica, non cambia nulla.

Secondo l’OMS l’alcol causerebbe il 26% dei tumori del cavo orale, l’11% di quelli del colon retto, il 7% di quelli al seno.

Quanto alcol bere

Gli esperti consigliano di non superare 2 o 3 bicchieri da 125 ml di vino di gradazione media per gli uomini, e 1 o 2 bicchieri per le donne e 1 bicchiere solo per gli anziani.

1 bicchiere di vino corrisponde ad 1 birra in lattina da 330 ml e di gradazione media, e ad 1 bicchierino da 40 ml di superalcolici. Questo tipo di assunzione va bene, sempre se si possiede un fisico in forma. In ogni caso per vivere tranquilli, sempre meglio far riferimento al proprio medico.

Approfondimento

Altro che tedesche e irlandesi, le birre italiane sono le prime del Mondo e buone come il vino

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te