Allarme fra i pensionati, l’INPS chiede indietro fino a 29.000 euro 

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

È allarme fra i pensionati, l’INPS chiede indietro fino a 29.000 euro in piena pandemia. Ma bisogna sempre restituire all’INPS le somme pagate per errore?  Gli Esperti di Risparmio e Famiglia di ProiezionidiBorsa fanno chiarezza sulla questione.

Le lettere inviate dall’INPS per recuperare le somme versate per errore

La rivelazione arriva dal quotidiano nazionale il Giornale: è allarme fra i pensionati, l’INPS chiede indietro fino a 29.000 euro. L’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha infatti inviato alcune lettere in piena pandemia. Vi si chiede la restituzione di cifre pagate per errore negli anni precedenti. Spesso, i pensionati che ricevono qualche soldo in più ogni mese non si accorgono della svista. Ma, con il passare degli anni, le somme corrisposte per errore possono raggiungere numeri elevati. Lo raccontano gli avvocati che stanno seguendo alcuni ricorsi: l’INPS  ha recentemente richiesto cifre che vanno dai 1.100 agli oltre 29.000 euro. Chi riceve la lettera ha 30 giorni per concordare con l’INPS un piano per la restituzione. Attenzione, però: in alcuni casi può valere la pena fare ricorso.

Bisogna davvero restituire i soldi che l’INPS ha versato per sbaglio?

Non tutti i pensionati sanno che non sempre bisogna restituire i soldi all’INPS. Affinché l’INPS possa avanzare una richiesta, infatti, deve esserci dolo da parte del pensionato. Lo affermano gli articoli 52 Legge 88/1989 e 13 Legge 412/1991. E lo conferma anche la sentenza n.482 della Corte di Cassazione dell’11 gennaio 2017. La Corte ha affermato, infatti, che l’INPS non può recuperare le somme già versate a causa di un errore dell’Istituto stesso. Deve esserci anche dolo da parte di chi ha ricevuto il pagamento. Se il pensionato è in buona fede e ha sempre adempiuto ai propri obblighi, quindi, non deve restituire i soldi. Può impugnare la richiesta dell’INPS mediante un ricorso amministrativo.

Approfondimento 

3.000 euro di Bonus Natale INPS, cosa c’è di vero

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te