Alla scoperta dell’isola più lontana dalle terre abitate con una storia ricca di fascino e mistero

Questo è un periodo di stasi in cui si può approfittare del tempo da trascorrere lontano dagli aeroporti per progettare grandi viaggi. Quando sarà possibile sarebbe bello ripartire da un luogo da favola. Se si deve sognare è bene che si faccia in grande, pensando ad una meta seducente e affascinante.

È quindi il momento giusto per andare alla scoperta dell’isola più lontana dalle terre abitate con una storia ricca di fascino e mistero.

Nell’Oceano Pacifico Meridionale si trova l’Isola di Pasqua, Rapa Nui nella lingua locale. Si tratta di un’isola vulcanica appartenente al Cile. Gli europei vi approdarono per la prima volta la domenica di Pasqua del 1722, da qui l’origine del suo nome.

L’elemento più suggestivo dell’Isola di Pasqua non è dato solo dal panorama mozzafiato che la domina ma soprattutto dalla presenza di più di 800 statue chiamate dalla gente del posto moai. Si tratta di enormi teste dalla forma allungata, alcune con occhi di corallo bianco e pietra nera, altre con un cappello di pietra. Alcune di queste sculture raggiungono un’altezza di 10 metri mentre la maggior parte sono alte 4 o 5 metri. Circa 230 sono posizionate su piattaforme lungo la costa intente a guardare il mare.

La leggenda locale

Le ragioni per cui sono state realizzate rimangono avvolte nel mistero. Alcune teorie azzardano che rappresentino dei defunti così chiamati a proteggere l’isola ed i suoi abitanti.

Anche il metodo usato per la loro realizzazione rimane un segreto. La leggenda locale narra che le enormi teste di pietra abbiano camminato sino alle piattaforme. Poi si diffuse la teoria per cui delle forme aliene contattarono gli abitanti dell’isola che costruirono queste statue come segnale del loro passaggio. Gli alieni quindi li aiutarono nella realizzazione di queste statue con la loro tecnologia più avanzata. Alcuni esperti hanno invece dimostrato che è possibile spostare queste enormi sculture scolpite nella pietra trascinandole o facendole scivolare.

Per capire quale teoria abbracciare bisognerà dunque avventurarsi alla scoperta dell’isola più lontana dalle terre abitate con una storia ricca di fascino e mistero.

 

Consigliati per te