Alcuni la usano per pulire pentole e argenteria, altri per addensare sughi, ma pochi sanno che l’acqua delle patate è anche un incredibile aiuto per la cura della pelle

Le possiamo utilizzare per preparare dei piatti gustosissimi e buoni, come primi, secondi e contorni. Le patate, infatti, non mancano mai sulla nostra tavola. Cucinarle è un’operazione facile e veloce. Spesso le facciamo bollire seguendo queste indicazioni e poi ultimiamo la preparazione. Ma evitiamo di commettere un errore abbastanza comune: buttare l’acqua delle patate appena sbollentate. Ci tornerà molto utile. Infatti, alcuni la usano per pulire pentole e argenteria, altri per addensare sughi, ma pochi sanno che l’acqua delle patate è anche un incredibile aiuto per la cura della pelle.

I trucchetti della nonna

Moltissimi sono gli usi che possiamo fare dell’acqua delle patate bollite, seguendo i trucchetti della nostra tradizione. Infatti, l’acqua delle patate ci permetterà di lucidare l’argento, ma anche pentole e piatti lasciandoli in ammollo dentro l’acqua bollente. Dopo circa un’ora basterà risciacquare con acqua corrente e il gioco è fatto.

Potremmo aggiungere l’acqua anche alla preparazione di sughi vari, per dare più corposità anche al purè, a zuppe e stufati.

Per ottenere un maggiore effetto lievitante e dare una maggiore morbidezza all’impasto di pane e pizze basterà aggiungerne una piccola quantità per sperare nell’effetto voluto.

La presenza di amido rilasciato dal tubero rende l’acqua un ottimo composto anche per innaffiare piante e fiori del nostro giardino ed evitare che crescano le erbacce. Importante è che l’acqua non sia salata, altrimenti le piante moriranno.

Alcuni la usano per pulire pentole e argenteria, altri per addensare sughi, ma pochi sanno che l’acqua delle patate è anche un incredibile aiuto per la cura della pelle

Non tutti sanno che l’amido contenuto nell’acqua delle patate ci consente anche di fare dei piccoli trattamenti di bellezza per il nostro corpo. Infatti, l’amido contenuto rappresenta un ottimo calmante e lenitivo per i rossori. Per utilizzare quest’acqua sarebbe meglio agire così. Innanzitutto, l’acqua dovrebbe essere senza sale. Basterà metterla in un piccolo contenitore di vetro e una volta raffreddata, ma leggermente tiepida, potremmo intingere un batuffolo di cotone. Passare delicatamente sul nostro viso e sciacquare con abbondante acqua pulita. Stendere un filo di crema protettiva e il nostro visto risulterà non solo più pulito e idratato ma anche più luminoso.

Con la stessa acqua potremmo procedere per creare un impacco o una maschera fai da te e fare il trattamento una volta alla settimana.

L’amido presente, inoltre, diminuirà i rossori nel caso in cui la pelle del nostro corpo sia molta irritata dopo una ceretta. Utilizzare un batuffolo o un panno leggero da passare sulla parte interessata. Sarà sufficiente per far diminuire i fastidi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te