blank

Alcuni consigli per sopravvivere alle chat delle mamme

I più fortunati magari hanno solo 3 gruppi di WhatsApp. Uno di lavoro, uno della famiglia e uno della scuola. Ma ogni occasione è buona per creare nuovi gruppi, per qualsiasi cosa. Un battesimo, una rimpatriata, un matrimonio e via dicendo. Ma forse il gruppo più utilizzato da chi ha figli è la famigerata chat delle mamme.

Alcuni consigli per sopravvivere alle chat delle mamme

La tecnologia ha fatto passi da gigante. E grazie ad essa inviare e ricevere comunicazioni è ormai immediato. Una cosa molto utile in vari campi, soprattutto a scuola. I genitori possono ricevere qualsiasi informazione sui figli, sulle riunioni, sulle pagelle, direttamente sul telefonino.

Ma le chat delle mamme sono spesso oggetto di satira. Tra la mamma molesta che scrive ogni due secondi a quella ipocondriaca, c’è l’imbarazzo della scelta. Vediamo qualche piccolo consiglio per barcamenarsi nel mondo delle mamme di WhatsApp.

Bisogna mettersi l’anima in pace. Uscire dalla chat delle mamme è impossibile. Anche perché la loro funzione di base è sempre utile. Quando il bambino ha bisogno dei compiti del giorno perché era assente. O per avere informazioni su riunioni e scioperi. Ma come si sopravvive a migliaia di notifiche e messaggi vocali infiniti?

Una cosa utile da sapere per non intasare la chat è che si può fare a meno dei grazie. La buona educazione è sempre un plus, ma si rischia di perdere di vista il messaggio importante. E di dover scorrere decine di grazie prima di capire per cosa.

Cosa fare?

Se ci si trova in un gruppo di mamme allarmiste, meglio defilarsi. Non farsi prendere dal panico e se si nota che sta degenerando, consigliare di rivolgersi a un pediatra. Anche perché dopo le mille domande su “questo sfogo forse è morbillo?”, si finisce sempre per dire la stessa cosa. “Domani parlo con il pediatra”.

Se si legge una fake news rispondere subito prima che dilaghi. In questi casi l’indifferenza è il male peggiore. L’allarmismo è pericoloso. Non si deve aver paura di sembrare la mamma bacchettona.

Si può anche evitare di rispondere e sperare che non se ne accorgano. Anche perché di solito c’è sempre qualche altra mamma che non sopporta le chat collettive. Magari si può parlare in privato con lei e scambiarsi le informazioni utili. Senza doversi sorbire i vari buongiorno, chi ha preso la giacca di mio figlio, ecc.

Ed ecco alcuni consigli per sopravvivere alle chat delle mamme. L’importante è ricordare sempre di defilarsi con educazione. Così da evitare scontri interni. Tra l’altro anche i presidi invitano i genitori a non esagerare in queste chat. Magari da ora in poi alcune mamme si limiteranno. In caso contrario c’è sempre la soluzione “definitiva”. Silenziare la chat per sempre, senza che nessuno lo sappia.

 

Consigliati per te