Al via la chiamata veloce degli insegnanti. Ecco come funziona e fino a quando è possibile aderire

Al via la chiamata veloce degli insegnanti. Ecco come funziona e fino a quando è possibile aderire. Si presenta una nuova opportunità di lavoro per i docenti italiani. Si tratta di una possibilità che coinvolge gli insegnanti in graduatoria che non hanno ottenuto il ruolo con la normale tornata delle assunzioni. Ad attenderli, infatti, una nuova procedura prevista dal Decreto Scuola. Si tratta di una chance non indifferente per tutti coloro che credevano di dover attendere molto di più per ottenere un posto di lavoro. Ogni docente, ora, potrà presentare domanda. Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta. Cerchiamo soprattutto di capire come funziona esattamente la nuova procedura e cosa fare per aderire all’iniziativa.

Al via la chiamata veloce degli insegnanti. Ecco come funziona e fino a quando è possibile aderire

La chiamata veloce riguarda insegnanti che non hanno ottenuto il ruolo con la normale tornata delle assunzioni. Per costoro, adesso, sarà possibile presentare domanda in un’altra regione dove ci sono ancora dei posti disponibili. In questo modo, si presenta la possibilità di ottenere una cattedra a tempo indeterminato. Sarà possibile aderire fino alla mezzanotte di martedì 2 settembre.

Sono esclusi dalla procedura i docenti di ruolo. Con loro, anche chi ha già ricevuto proposte di assunzione a tempo indeterminato durante l’anno scolastico di riferimento.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Ecco come compilare la domanda

Sarà sufficiente entrare nella piattaforma online ministeriale e presentare un’unica domanda. Sarà necessario indicare la regione in cui si vuole insegnare, specificando la provincia della destinazione. In aggiunta, il candidato dovrà indicare la preferenza tra le classi di concorso.

Se si dovessero scegliere più regioni, sarà necessario indicare quella di preferenza. Si dovrà specificare, poi, anche in questo caso, l’ordine di preferenza tra le classi di concorso per cui ci si sta presentando. Per finire, si dovrà indicare la regione di provenienza. Inoltre, andrà comunicato l’Ufficio scolastico regionale responsabile della procedura concorsuale.

Per scegliere la regione, sarà possibile consultare il numero dei posti ancora disponibili. Questo, infatti, sarà reso pubblico sui siti di ogni ufficio scolastico interessato.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.