Al peggio non c’è mai fine, ma per questo titolo bancario potrebbe essere il momento della riscossa

Credem potrebbe essere arrivato a un importante punto di svolta rialzista. Ricordiamo, però, che al  non c’è mai fine, ma per questo titolo bancario potrebbe essere il momento della riscossa.

Guardando i numeri non si capisce come mai le ultime sette settimane siano state tutte al ribasso con una perdita dei oltre il 20%. Credem, infatti, presenta una forte sottovalutazione. Secondo le raccomandazioni degli analisti, infatti, il consenso medio è Outperform con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 50% circa. Anche se in misura inferiore, la valutazione basata sul PE mostra una sottovalutazione del 20% circa.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

In generale, Credem presenta ottimi punti di forza che si possono riassumere come segue:

a) la società restituisce margini elevati, sostenendo così la redditività del business;

b) considerando le piccole differenze tra le varie stime degli analisti, la visibilità del business del gruppo è buona;

c) storicamente, l’azienda ha pubblicato dati al di sopra delle aspettative;

d) il  capitale proprio è uno dei più interessanti sul mercato per quanto riguarda la valutazione multipla degli utili;

e) negli ultimi dodici mesi, le previsioni di EPS sono state riviste al rialzo.

Al peggio non c’è mai fine, ma per questo titolo bancario potrebbe essere il momento della riscossa. Le indicazioni dell’analisi grafica e previsionale

Il titolo Credem (MIL:CE) ha chiuso la seduta del 2 novembre in rialzo del 2,52% rispetto alla seduta precedente a quota 3,48 euro.

Come si vede dai grafici seguenti sia sul settimanale che sul mensile la proiezione in corso è ribassista ed è stata accompagnata dal volumi in aumento. C’è, però, un aspetto positivo.

Sia sul settimanale che sul mensile le quotazioni hanno raggiunto livelli molti importanti, rispettivamente, il III e I obiettivo di prezzo.

Lo scenario più probabile, quindi, è che le quotazioni possa raggiungere area 2,87/3,096 euro prima di ripartire al rialzo.

Time frame settimanale

credem

Creedem: proiezione ribassista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame mensile

credem

Credem: proiezione ribassista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Approfondimento

Un titolo bancario che potrebbe presto andare ad aggiornare i suoi massimi storici

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te