Aiuti a famiglie, imprese e lavoratori dove ci porterà il Governo Conte?

Soldi, tanti soldi. Le cifre i nostri governatori nazionali le enunciano come noccioline ma intanto nel tessuto socio economico è arrivato ben poco. Il bonus dei 600 euro una tantum una parte dei professionisti l’ha trovato sul conto corrente. Ma tutto il resto? Siamo ancora nei meandri della burocrazia e intanto gli italiani boccheggiano. Aiuti a famiglie, imprese e lavoratori dove ci porterà il Governo Conte?

Purtroppo la liquidità per dar sollievo ci vuole oggi. Lo si sta ripetendo già da un mese. Ma si va di rinvii in rinvii per far quadrare la coperta che purtroppo è sempre più corta. Il tanto atteso decreto di aprile arriverà a fine mese. Si parla di 70 miliardi utili a famiglie, imprese e lavoratori. Si fanno tante supposizioni

Aiuti alle famiglie

Dovrebbero essere ulteriori 30 miliardi i soldi da mettere a disposizioni delle famiglie. Le misure sono allo studio degli esperti economici.

Mini bonus per colf e baby sitter declinato in base a quanto tempo prestano la loro opera lavorativa tra le mura domestiche. Per venire incontro alle esigenze delle famiglie si ipotizza una proroga dei congedi parentali. Non è da scartare un bonus una tantum in base al reddito per le famiglie che hanno figli fino a 14 anni.

Per le famiglie senza redditi da lavoro e pensione si immagina una sorte di reddito di emergenza (400 euro), sostegno ben diverso dal famoso reddito di cittadinanza. Si avvicina l’estate è c’è voglia di vacanza.

Il Governo per creare uno choc nel settore turistico duramente colpito pensa di mandare in vacanza le famiglie in Italia. Un bonus fino a 350 euro da calibrare in base al reddito da sgravare sulle tasse.

Sostegno ai professionisti

Il bonus per lavoratori autonomi, professionisti e co.co.co dovrebbe passare a 800 euro e verrà riconosciuto per altri due mesi, maggio sarà compreso se le attività resteranno ancora ferme.

Misure che riguardano tutti

Dal punto di vista fiscale si vogliono congelare i pignoramenti sulle carte esattoriali non pagate così come rinviare i pagamenti degli avvisi bonari inviati dall’Agenzia delle Entrate. Stesso vale per  il versamento di imposte e contributi.

Sostegno alle piccole imprese

E’ il settore maggiormente colpito. Si corre il rischio che uno su tre non rialzi la saracinesca. Allo studio un indennizzo a fondo perduto per bar, negozi e ristoranti.  Inoltre si prevede anche l’estensione del credito d’imposta sugli affitti commerciali ad alberghi e ristoranti.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te