Aiuterebbe ad eliminare l’acido urico e contrastare infiammazioni e sintomi influenzali questa incredibile pianta con cui preparare squisiti piatti

In questo periodo è possibile vedere nei campi delle distese infinite di piante in fiore, che spesso consideriamo erbacce inutili e fastidiose. L’apparenza, però, a volte inganna e non ci rendiamo conto che in mezzo alla vegetazione potremmo trovare delle incredibili varietà commestibili. Siamo abituati ad assaggiare le erbe più comuni e sotto gli occhi potrebbero esserci delle piante dalla proprietà incredibili e assolutamente benefiche per l’uomo.

Ovviamente, prima di raccogliere qualsiasi specie dovremmo essere sicuri di quello che stiamo prendendo, tramite guide specifiche o facendole esaminare da un esperto. Potremmo quindi scovare il tarassaco, un’erba spontanea ricca di vitamine e beta carotene, ma anche altri tipi, come la borragine, malva e finocchio selvatico.

Aiuterebbe a eliminare l’acido urico e contrastare infiammazioni e sintomi influenzali questa incredibile pianta con cui preparare squisiti piatti

Rimarremo piacevolmente colpiti dal profumo del sambuco, una pianta che cresce anche spontanea, soprattutto nei bordi delle strade, ferrovie, boschi umidi e rive, fino a 1.400 metri d’altezza. I suoi fiori bianchi e delicati sprigionano un odore gradevole dolce, come i suoi frutti neri piccoli e polposi.

In antichità queste parti commestibili della pianta erano largamente utilizzate per curare alcuni sintomi e disturbi. Ad esempio per trattare problematiche della pelle, visto le sue proprietà emolliente.

Oggi esistono svariati prodotti fitoterapici e sciroppi che includono i suoi principi attivi, soprattutto per contrastare infezioni virali, alle vie respiratorie e sintomi influenzali. In erboristeria poteremmo acquistare l’estratto di sambuco che sembrerebbe calmare emorroidi, tosse, faringite, bronchite, ma anche cistite, reumatismi e gotta, perché sarebbe un antinfiammatorio naturale.

Infatti il Sambucus nigra aiuterebbe ad eliminare l’acido urico e contrastare infiammazioni e altre problematiche che necessitano di una depurazione generale dell’organismo.

A tavola con il sambuco

Perché perderci questi benefici e non provare a creare anche delle sfiziose ricette con i fiori e bacche di sambuco, quindi? Non esistono soltanto i prodotti specifici in erboristeria o il famoso liquore, infatti potremmo dare vita a dei piatti semplici ma profumati e straordinari.

Mettiamo in tavola i fiori ricchi di potassio preparando una squisita pastella perfetta e croccante. Un piatto ideale come antipasto, secondo o aperitivo. Basterà immergere il fiore, tenendolo dal gambo, all’interno del nostro impasto, per poi friggerlo in olio caldo.

I fiori si prestano anche per impreziosire la pasta o per dare un aroma speciale al pane o alle focacce. A colazione potremmo aggiungere i fiorellini all’interno delle classiche frittelle dolci. A cena, invece, arricchiamo le pietanze a base di carni bianche con il sambuco. Mentre con le bacche potremo preparare una golosa marmellata rustica, semplicemente aggiungendo del succo di limone in cottura.

Lettura consigliata

Sarebbe utile a pulire il sangue e contrastare febbre, gotta, dolori articolari e tumori questa pianta dal sapore simile al carciofo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te