Affitto ridotto del 40% grazie ad un’ordinanza che fa ben sperare

Con il DPCM del 25 ottobre, per alcune categorie di imprenditori i prossimi mesi rischiano di diventare un vero incubo. Il Governo ha infatti introdotto severe restrizioni che avranno conseguenze sulle abitudini delle persone e sull’economia del Paese. Le nuove limitazioni rischiano infatti di portare alla chiusura molte attività. Soprattutto nei settori dell’intrattenimento e della ristorazione. Dal tribunale di Roma arrivano però notizie che rincuorano gli imprenditori alle prese con costi ormai insostenibili. Ecco, quindi, un affitto ridotto del 40% grazie ad un’ordinanza che fa ben sperare le imprese.

Cosa ha stabilito il tribunale

Con l’ordinanza del 27 agosto 2020, il tribunale di Roma ha accolto la richiesta di un ristoratore e creato un importante precedente. Nello specifico, il giudice ha riconosciuto il diritto ad uno sconto sul canone di locazione di un ristorante in grave crisi. Il ristoratore, dopo aver chiesto al proprietario dell’immobile una riduzione dell’affitto, ha portato la questione in giudizio. Ottenendo una riduzione del 40% dell’affitto per i mesi del lockdown e del 20% per i mesi successivi fino a marzo 2021. Questo perché, a causa delle norme sul distanziamento, non avrebbe potuto sfruttare appieno lo spazio preso in affitto. Il tribunale ha stabilito quindi il diritto alla rinegoziazione del contratto di locazione immobiliare per gli imprenditori in difficoltà.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Le possibili conseguenze

L’ordinanza del tribunale capitolino potrebbe rappresentare una speranza per tantissime piccole imprese. Già qualche mese fa, la Cassazione aveva incentivato la rinegoziazione dei contratti di affitto commerciale. Poi l’ordinanza del 27 agosto ha tracciato una modalità che potrebbe servire da esempio per ulteriori future operazioni analoghe. Va detto che l’ordinanza è un atto cautelare che rimanda ad un successivo dibattimento. Ma è anche un provvedimento immediatamente esecutivo. Alla luce del nuovo DPCM che limita alle 18 l’apertura delle attività di ristorazione, molte imprese potrebbero chiedere un accordo ai proprietari degli immobili. Ottenendo, quindi, un affitto ridotto del 40% grazie ad un’ordinanza che fa ben sperare aziende ed immobiliaristi.

Affitto ridotto del 40% grazie ad un’ordinanza che fa ben sperare

La strada per molte piccole imprese sembra quindi un accordo con i proprietari dei locali per trovare un equo compromesso. Accordo che potrebbe basarsi proprio sullo sconto previsto dall’ordinanza analizzata in questo articolo. Alla luce delle ultime limitazioni previste dal Governo, la durata delle modifiche contrattuali potrebbe estendersi ben oltre marzo prossimo. Il mondo imprenditoriale attende ora delle serie politiche di rilancio dei consumi, necessarie per far ripartire il Paese.

Consigliati per te