Affitti agevolati per queste categorie di lavoratori grazie al decreto Ristori

Il decreto Ristori prende forma. A confermarlo il Governo stesso, dopo la riunione del Consiglio dei Ministri avvenuta ieri pomeriggio, martedì 27 ottobre 2020, presso Palazzo Chigi. In arrivo ulteriori misure in tema di salute, giustizia e sicurezza a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Tra le misure urgenti spiccano soprattutto quelle legate ai diversi sostegni economici che lo Stato vuole distribuire sul territorio.

Decreto Ristori

Prima di entrare nel merito delle agevolazioni in tema di affitti, la Redazione di ProiezionidiBorsa vuole informare i Lettori sul nuovo decreto-legge. Nato dal Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, il documento, chiamato decreto Ristori, introduce una serie di agevolazioni ed azioni mirate grazie uno stanziamento di 5,4 miliardi di euro. Tale somma è destinata al ristoro delle attività economiche interessate, direttamente o indirettamente, dalle restrizioni disposte a tutela della salute, nonché al sostegno dei lavoratori in esse impiegati.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Affitti agevolati per queste categorie di lavoratori grazie al Decreto Ristori

Tra le tredici misure speciali introdotte dal Governo, vi è anche quella relativa al credito d’imposta sugli affitti. Nel dettaglio, l’agevolazione riguarda il credito d’imposta sugli affitti di immobili, ad uso commerciale, che viene esteso per altri tre mesi, ovvero ottobre, novembre e dicembre 2020. Altra caratteristica importante è che la misura viene adottata anche per le imprese con ricavi superiori ai 5 milioni di euro.

Come ricevere l’agevolazione

La condizione è sempre la stessa. Per ricevere tale beneficio, il richiedente deve mostrare e certificare di aver subito un calo del fatturato del 50%. Inoltre, il relativo credito è cedibile al proprietario dell’immobile locato.

In buona sostanza, questa misura sembrerebbe a tutti gli effetti un prolungamento del bonus affitti, introdotto originariamente con il decreto Rilancio. Sostanzialmente è un’agevolazione sotto forma di credito d’imposta, pari al 60% del canone di locazione corrisposto, in cambio di uno sconto dello stesso valore sul canone mensile.

Chi può usufruire dell’agevolazione

Attualmente possono beneficiare dell’agevolazione i titolari di attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, attività di interesse turistico esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo. Inoltre, la misura sembrerebbe comprendere anche titolari di Partita IVA di specifici settori. Attesa la conferma nelle prossime ore, insieme ai chiarimenti sulle modalità e i tempi di erogazione del servizio.

Se “Affitti agevolati per queste categorie di lavoratori grazie al decreto Ristori” è stato utile al Lettore, si consiglia anche “Da 1.000 euro fino ad un massimo 10.000 euro per questa categoria di lavoratori grazie all’estensione del bonus“.

Consigliati per te