Addebiti inaspettati sul conto corrente: quello che devi sapere

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Addebiti inaspettati sul conto corrente: quello che devi sapere. Le banche utilizzano il Rid -oggi chiamato anche SDD-  per far pagare le rate di un mutuo o di un finanziamento, oppure per addebitare il conto mensile di una carta di credito . I gestori telefonici o i fornitori di servizi essenziali come corrente elettrica, gas ad uso domestico e acqua potabile ormai obbligano i propri clienti ad utilizzare questo strumento per pagare le bollette. Inoltre l’addebito diretto sul nostro conto corrente è spesso l’unica opzione che abbiamo per sottoscrivere l’abbonamento in palestra o ad una rivista Ma a molti sarà successo di ricevere una bolletta astronomica a causa di un errore contabile o di aver bisogno di rateizzare una bolletta del gas durante un inverno particolarmente rigido.

Addebiti inaspettati sul conto corrente: quello che devi sapere

Parliamo quindi degli addebiti inaspettati sul conto corrente: quello che devi sapere. Per prima cosa è importante chiarire che nessuno può prelevare dei soldi dal nostro conto senza la nostra autorizzazione scritta. La banca, inoltre, effettuerà le necessarie verifiche prima di consentire qualsiasi addebito sul conto corrente. Ed è anche importante ricordare che queste autorizzazioni scadono dopo 35 mesi di mancato utilizzo. Non potrà quindi accadere che un gestore o una finanziaria possano erroneamente addebitarci sul conto importi non dovuti. Anche se in passato hanno avuto ragione di farlo. Ma è comunque importantissimo sapere come difendersi dai Rid inaspettati.

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
Magia di Stelle Premium: dai un tocco di magia alla tua casa

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Cosa fare se la banca ci addebita una bolletta salatissima?

Prima di tutto, è sempre consigliabile controllare bene le bollette che ci vengono recapitate per posta. Queste devono essere inviate almeno 15 giorni prima dell’addebito sul nostro conto corrente.

Nel caso in cui trovassimo un importo eccessivamente alto, possiamo chiedere alla nostra banca di sospendere quel determinato pagamento. La banca si asterrà quindi dal pagare la bolletta e noi avremo il tempo per chiarire il problema con il creditore.
Se ci accorgiamo della bolletta astronomica quando l’addebito è già avvenuto, abbiamo un anno di tempo per presentare richiesta di restituzione alla nostra banca. E concordare con il creditore un diverso pagamento.

Per concludere, la domiciliazione bancaria è un sistema molto utile per pagare le bollette evitando la coda. Ma è anche importante sapere come difendersi dai Rid inaspettati per evitare brutte sorprese e poter pagare le nostre bollette in tutta comodità e senza preoccupazioni.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te