Accuse alla Clinton, sistema elettorale americano e trend di mercato

A cura di Gian Piero Turletti Autore degli Ebooks: Magic Box e PLT Edizioni Proiezionidiborsa

In questo articolo/intervista, vengono spiegati alcuni punti, su cui talora esiste una cattiva informazione, che ingenera tutta una serie di equivoci:

  • In cosa consistono le accuse alla Clinton e perché ora si parla di archiviazione?
  • Come funzionano le presidenziali USA?
  • Quali conseguenze sui mercati?

 

Da cosa muovono le accuse alla Clinton e perché ora si parla di archiviazione?

Può aiutarci a fare chiarezza sul sistema penale statunitense?

La Clinton, come segretario di stato, carica corrispondente a quella del nostro ministro degli esteri, era tenuta all’osservanza di talune normative.

In particolare, in questo caso si tratta del divieto di implementare un sistema informatico di email, alternativo a quello gestito da server pubblici autorizzati, più che altro per motivi di sicurezza.

Parrebbe invece, dalle accuse formulate, che proprio questo la Clinton avrebbe fatto.

Quanto all’archiviazione, la cosa non deve stupire.

A differenza di sistemi legali come il nostro, in cui l’esercizio dell’azione penale è obbligatorio, negli USA questo potere viene esercitato discrezionalmente dalle procure, sulla base non solo del fatto che si pensi di poter arrivare ad una condanna o meno, ma anche in base alla pericolosità insita nel singolo reato.

Pertanto, mentre le procure italiane stabiliscono una differenziazione in 3 classi di illeciti, stabilendo un semplice ordine di priorità nel perseguire i reati, in molti casi le procure americane archiviano diversi procedimenti.

Nel caso della Clinton, peraltro occorre sottolineare che ha un peso anche l’attuale ministro della giustizia, e non conosciamo i retroscena delle conversazioni intervenute con il marito della Clinton.

Pertanto non è affatto escluso che un input politico abbia fatto propendere per l’archiviazione.

Del resto, se pensiamo che gli stessi procuratori vengono eletti….

Ed ora, quindi, come sono messe le presidenziali?

Chi vincerà?

Bisogna considerare che le elezioni presidenziali non sono direttamente espressione dei votanti.

I votanti praticamente eleggono, in ogni stato, un certo numero di grandi elettori.

Si tratta di elezioni con sistema maggioritario, perché chi prende più voti si aggiudica tutti i grandi elettori del singolo stato.

Infatti, se anche una parte degli elettori del singolo stato sono a favore di un altro candidato, del loro voto non si tiene conto, quindi prevale l’elezione maggioritaria.

Anche questo elemento provoca ulteriori incertezze ed, almeno in parte, potrebbe far divergere il risultato finale, rispetto alle preferenze espresse dai singoli elettori.

Alla fine, credo comunque che prevarrà la Clinton, che nei sondaggi pare in recupero rispetto agli ultimi giorni.

Quali prospettive per i mercati azionari?

La situazione non è molto diversa, da quanto indicato nelle mie ultime analisi.

Vediamo di seguito i singoli indici:

S & P 500: i corsi si trovano in prossimità del bordo inferiore del canale ribassista, individuato da Magic box in ottica di medio termine.

Possibili quindi rimbalzi, che si trasformeranno in inversione rialzista solo alla rottura della resistenza dinamica e bordo superiore del predetto canale.

Ftse Mib: avendo raggiunto nella seduta di venerdì un supporto statico di un certo rilievo, possibile fase di rimbalzo, nell’ambito di una struttura per certi versi analoga a quella dell’indice statunitense.

Dax: l’indice ha rotto nella seduta di venerdì un supporto dinamico di un certo rilievo. Eventuali rimbalzi, favoriti dal passaggio di una trend line supportiva di breve, assumeranno natura meramente correttiva fino a rottura della trend line resistenziale del canale ribassista di medio.

Eurostoxx: praticamente nella seduta di venerdì, l’indice ha raggiunto un target in overshooting ribassista di breve ed ha approssimato il passaggio di un’importante trend line rialzista. Possibile, quindi, una ripresa rialzista con inversione sopra la trend line di resistenza del canale ribassista, in cui i corsi sono inseriti.

 

Consigliati per te