Accelerazione ribassista in arrivo per l’oro? I livelli da monitorare

Accelerazione ribassista in arrivo per l’oro? È da luglio che parliamo di questa possibilità e in realtà le quotazioni sono passate da area 2.100 dollari a testare il supporto in area 1.850 dollari.

Fino a ora questo ribasso si può ancora inquadrare come un ritracciamento dopo la galoppata che ha portato le quotazioni dell’oro dai livelli del 2018 in area 1.280 dollari fino al massimo recente in area 2.100 dollari. Adesso, però, siamo vicini a livelli al di sotto dei quali si potrebbe accelerare verso area 1.770 dollari.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO DEL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Questo livello è particolarmente interessante in quanto ha un ruolo chiave nello scenario di lunghissimo periodo. Nelle sue vicinanze, infatti, passa un livello molto importante sul time frame annuale. Una chiusura annuale inferiore a 1.742 dollari, infatti, aprirebbe a una discesa delle quotazioni fino ai minimi in area 1.200 dollari.

Accelerazione ribassista in arrivo per l’oro? I livelli da monitorare secondo l’analisi grafica e previsionale

L’oro (prezzo in tempo reale) ha chiuso la seduta del 30 ottobre in rialzo dello 0,64% rispetto alla seduta precedente a quota 1.879,9 dollari.

Time frame giornaliero

La settimana appena conclusasi ha visto un’accelerazione ribassista che ha portato alla rottura dell’importantissimo supporto in area 1.881,6 dollari (I obiettivo di prezzo). L’aspetto più interessante, però, è dato dal doppio tentativo di rompere al rialzo il supporto appena rotto e di ripartire verso gli obiettivi rialzisti. Il fallimento dei due tentativi non è un buon segnale per i rialzisti e potrebbe spingere le quotazioni dell’oro verso gli obiettivi al ribasso indicati in figura. Una conferma della possibile nuova accelerazione ribassista si avrebbe con una chiusura giornaliera inferiore a 1.860,8 dollari.

oro

Oro: proiezione ribassista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame settimanale

Settimana scorsa scrivevamo

L’indebolimento seguito al raggiungimento del II obiettivo di prezzo della proiezione rialzista in corso è evidente dal grafico e sta lentamente portando le quotazioni verso il redde rationem.

Una chiusura settimanale inferiore a 1.832,9 dollari, infatti, farebbe precipitare le quotazioni verso gli obiettivi indicati in figura dalle linee tratteggiate rosse.

La settimana ha visto il test del supporto indicato e il successivo rimbalzo. Nulla è cambiato, quindi, rispetto a quanto scritto precedentemente.

oro

Oro: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame mensile

Sul mensile il III obiettivo di prezzo è stato raggiunto e questo ha provocato un ritracciamento delle quotazioni. Fino a quando il supporto in area 1.860,3 dollari resisterà, come confermato anche dalla chiusura di ottobre, le probabilità che si prosegua al rialzo rimangono intatte.

oro

Oro: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te