Abbiamo sempre sbagliato a servire e cucinare la mozzarella

La mozzarella è uno dei formaggi più buoni e consumati dalle famiglie italiane.
È un prodotto originario della Campania ed è esportato e distribuito in tutto il Mondo.
La mozzarella è il risultato della particolare lavorazione eseguita con il latte di mucca o di bufala. Deve il suo nome all’operazione di mozzatura effettuata per separare dall’impasto ogni pezzo durante la lavorazione artigianale.
È il terzo formaggio più esportato all’estero, dopo il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano.
Anche se è un prodotto molto consumato, spesso vengono compiuti degli errori sia nel servirla  che nel cucinarla.
In questo articolo spieghiamo, perché abbiamo sempre sbagliato a servire e cucinare la mozzarella.

Vietato metterla in frigorifero

La mozzarella di bufala non va assolutamente conservata in frigorifero.
Acquistarla e consumarla sempre fresca e riporla in un contenitore con dell’acqua.
Consumarla entro le 24 ore dal suo acquisto.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Abbiamo sempre sbagliato a servire e cucinare la mozzarella. Atetnzione è vietato condirla

Non condire la mozzarella di bufala, ma mangiarla così, come si presenta.
La mozzarella di latte vaccino, prodotta dalla mucca, potrebbe essere condita con un filo di olio e un po’ di basilico.
Non salarla altrimenti potrebbe perdere parte del liquido.

Vietato tagliarla con il coltello

La mozzarella va strappata con le mani, oppure mangiata a morsi, perché tagliandola con il coltello perde una buona parte del suo liquido. Si corre anche il rischio di strappare e rompere la sua fibra.

Con quale mozzarella cucinare

Non si cucina con la mozzarella di bufala!
A contatto con le alte temperature perde gran parte del suo sapore.
Per cucinare, utilizzare la mozzarella di latte vaccino, che grazie alla sua consistenza ed al suo sapore, è la più indicata.

Nella cottura dei cibi è preferibile utilizzare il fior di latte. È  più asciutto e fila di più.

Non strizzare la mozzarella di latte vaccino, ma tagliarla a pezzettini e strizzarla delicatamente, con le mani. Oppure lasciarla gocciolare in un colino, per una ventina di minuti, prima di utilizzarla.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te