Abbiamo sempre sbagliato a pulire la stufa ma ecco come fare per riscaldare in modo efficiente risparmiando

L’inverno è arrivato finalmente e ha portato con sé un abbassamento delle temperature notevole. Al Nord è addirittura arrivata la prima neve e al Sud le temperature sono scese di molti gradi. È il momento perfetto per dare il via a stufe e caminetti.

Infatti, negli ultimi anni moltissime persone preferiscono riscaldare così le proprie abitazioni. Rispetto ad altri sistemi di riscaldamento, acquistando pellet o legna, il risparmio è notevole. Molti hanno già messo in funzione la stufa o si apprestano a farlo.

Eppure non sanno che abbiamo sempre sbagliato a pulire la stufa ma ecco come fare per riscaldare in modo efficiente risparmiando. Spesso il venditore non si preoccupa di spiegare le regole della manutenzione di questi impianti. Però le stufe, per essere efficienti, hanno bisogno di una pulizia accurata.

Soprattutto prima di accenderle dopo tanto tempo, ecco cosa bisognerebbe fare. Nel frattempo, non preoccupiamoci se la stufa è già operativa. Basterà un giorno senza accenderla per recuperare e pulirla a dovere.

Abbiamo sempre sbagliato a pulire la stufa ma ecco come fare per riscaldare in modo efficiente risparmiando

Pulire la stufa non è un’operazione che deve necessariamente fare un tecnico. Sfruttando alcuni consigli, saremo in grado di renderla perfettamente funzionante ed efficiente in poche mosse. Alcune stufe sono dotate di un sistema autopulente che riguarda solo l’accumulo di cenere in un cassetto.

Per la manutenzione straordinaria, invece, ci vogliono altri sistemi. Solo così non rischieremo guasti al funzionamento del sistema di tiraggio e di riscaldamento. Per cominciare, avremo bisogno di un bidone aspiratutto. Infatti, il normale aspirapolvere potrebbe non essere in grado di aspirare cenere e fuliggine.

Inoltre, è importante che l’elettrodomestico sia dotato di un sistema di filtraggio. In questo modo le particelle potenzialmente dannose non si disperderanno nell’aria. Quindi, iniziamo aprendo lo sportello e passiamo l’aspiratore su tutta la superficie.

Cerchiamo di ripulire anche il foro superiore cercando di risalire nel tubo di aspirazione. Per la canna fumaria, invece, esistono degli spazzoloni fatti apposta. Occupiamoci anche del vetro almeno 2 volte a settimana. In questo caso basta utilizzare del semplice alcool e un panno di carta.

Le stufe in pellet

Le stufe in pellet sono dotate di un braciere che si trova nella camera di combustione. Questo si presenta come una scatoletta forata in ghisa. È fondamentale pulirla e svuotarla almeno una volta a settimana. Utilizziamo anche in questo caso l’aspiratore e una lama per grattare via le incrostazioni. Stessa cosa deve essere fatta per la candeletta di accensione che si presenta come un piccolo cilindro. Puliamo anche l’apertura dietro il braciere da dove il pellet scende.

Approfondimento

Come accendere camino e stufa senza diavolina e al contempo profumare la casa con un metodo infallibile

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te