A Wall Street non è ancora ribasso ma sono giorni decisivi. Occhio a Tesla!

Alti e bassi e a cavallo del nostro setup annuale del 22 giugno gli indici azionari mostrano una certa indecisione. Quale scenario attendiamo e quale ipotesi prevalente?  A Wall Street non è ancora ribasso ma sono giorni decisivi. Procediamo per gradi

Lo scenario atteso per la settimana in corso era il seguente: 

rimbalzo fra lunedì e martedì con formazione del massimo settimanale  e poi nuovo ribasso fino alla chiusura di contrattazione di venerdì. Al momento, tranne ribassi dalla giornata odierna, le probabilità sono di assistere ad ulteriori rialzi e a un’automodifica rialzista quindi dello scenario settimanale.

Ecco i livelli da monitorare per la giornata odierna di contrattazione:

Dow Jones

Tendenza rialzista in corso. Inversione ribassista solo con una chiusura giornaliera inferiore a 33.750.

Nasdaq C. 

Tendenza rialzista in corso. Inversione ribassista solo con una chiusura giornaliera inferiore a 14.120.

S&P 500

Tendenza rialzista in corso. Inversione ribassista solo con una chiusura giornaliera inferiore a 4.216.

Ieri la giornata di contrattazione si è mossa in laterale e quindi oggi assume una certa valenza. Si andrà al rialzo del 5/7% nel prossimo mese, oppure si inizierà a scendere da ora in poi?

A Wall Street non è ancora ribasso ma sono giorni decisivi. Occhio a Tesla!

Il titolo Tesla (NASDAQ:TSLA) ha chiuso la giornata di contrattazione del 23 giugno al prezzo di 656,57 in rialzo del 5,27% rispetto alla seduta precedente. Da inizio anno, ha segnato il minimo a 539,49 ed il massimo a 900,40.

Ai livelli attuali sia il consenso degli altri analisti che il nostro Ufficio Studi, reputa che le attuali quotazioni del titolo siano sopravvalutate.

Come scritto su queste pagine nelle settimane precedenti, è ancora in corso uno swing ribassista di medio termine che dovrebbe portare i prezzi verso l’area di 420/389 nei prossimi mesi. Al momento, nuovi rialzi, invece, solo in chiusura settimanale superiore a 635,59. Attenzione, quindi, la chiusura di contrattazione del 25 giugno potrebbe far iniziare una nuova gamba rialzista!

Come al solito si procederà per step.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te