A Wall Street è euforia su farmaci, tecnologici e turismo

Wall Street ha chiuso la settimana in positivo, rassicurata da numerosi sviluppi sulla ricerca per il coronavirus accolti favorevolmente dai mercati. L’indice Dow Jones Industrial Average è salito dell’1,44% a 26.075,30 punti. Il Nasdaq è salito per la 27° volta, toccando i record dell’anno a 10.617, 44 punti. L’indice S&P 500 è volato dell’1,05% a 3.185,04 punti.

Farmaceutici in evidenza

Gli occhi del mercato sono su Gilead Sciences (+2,15%) che ha diffuso nuovi dati sull’efficacia del farmaco Remdsivir. Dimostrando che esso riduce del 62% il rischio di morte nei pazienti con Coronavirus grave, rispetto a quanto avvenuto con altre cure. Il capo della società tedesca BioNtech (+7,24%) pensa di chiedere alle autorità, entro fine anno, il via libera al commercio. Per mettere in vendita un vaccino contro il virus, sviluppato in collaborazione con la Pfizer (+1,11%).  Secondo vari operatori, questo tipo di notizie tende a beneficiare tutti i settori coinvolti sul tema ‘ricerca del vaccino’. A Wall Street è euforia su farmaci, tecnologici e turismo.

Ripartono le crociere, migliorano i conti delle banche

I mercati questa settimana hanno premiato anche il coraggio di varie compagnie aeree di viaggi che hanno annunciato di voler ripartire. Ottimo il rialzo di Delta Air Lines (+5,61%), American Airlines (+6,80%), e United (+8,29%). In rally anche le compagnie di crociera, come la norvegese Cruise Line (+7,89%), Royal Caribbean (+9,87%). Bene anche la Carnevale, che riavvierà le sue attività ad agosto in Germania. (+10,84%).

Giornate positive anche per i bancari come Goldman Sachs (+4,44%), Wells Fargo, in crescita del 5,95%, Jp Morgan Chase (+5,47%), Citigroup (6,47%) e Bank of America (+5,49%). Vari analisti suggeriscono di non acquistare titoli bancari con in portafoglio forti attività di prestito non rimborsato.

Il boom di Netflix

Tra i titoli tecnologici, ha stupito il boom di Netflix con un rialzo dell’8,12% a 548,86 Il colosso bancario Goldman Sachs ha ribadito li suo giudizio positivo. E ha confermato il suo giudizio e consiglio di acquisto. Perché si attende per il secondo e terzo trimestre dell’anno, risultati ben al di sopra delle previsioni. Il titolo potrebbe toccare quota 640-670 dollari. La banca d’investimento è convinta che il Coronavirus ha accelerato un passaggio, per i consumatori. Dalla fruizione di contenuti tradizionali (televisione, teatri, eventi in diretta) si va sempre più verso quella di servizi di streaming.

A Wall Street è euforia su farmaci, tecnologici e turismo

Secondo Goldman Sachs, Netflix potrebbe raggiungere i 12,5 milioni di abbonati nel secondo trimestre. Ciò grazie alla accelerazione dei mercati europei, del Medio Evo, dell’Africa e dell’Asia-Pacifico Anche Credit Suisse si è espressa a favore del colosso dello streaming. Il titolo potrebbe super performare con rialzi che, dicono negli ambienti di Ginevra, potrebbero portarlo a quotare 550 dollari.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te