A sorpresa, questa buona abitudine potrebbe aiutarci a diminuire i rischi di diabete di tipo 2

Dieta sana, esercizio fisico, esami regolari e poco stress sono generalmente indicati come fattori importanti per prevenire malattie di vario tipo. Allo stesso tempo, però, ci sono tante altre buone abitudini che potrebbero avere degli effetti positivi.

Recentemente, una ricerca ha indicato che una sorprendente abitudine potrebbe aiutarci a combattere il diabete di tipo 2. Andiamo, dunque, ad analizzare i risultati di questo studio, per capire i consigli degli esperti.

Un’abitudine che troppo spesso viene sottovalutata

Alcuni ricercatori sudcoreani hanno analizzato la relazione tra igiene orale e diabete, e per quanto possa sorprendere, sembra che siano correlati. Insomma, lavarsi bene i denti e usare il filo interdentale: a sorpresa, questa buona abitudine potrebbe avere effetti positivi sulla salute.

In particolare, lo studio ha analizzato le abitudini di quasi 200.000 persone in Corea del Sud, di età media 53 anni. Per ciascuna di esse è stata misurata l’incidenza di diabete di tipo 2, e messa in relazione a vari fattori quali età, peso, attività fisica, reddito ed altri. Dopo 10 anni dall’inizio dello studio, il 16% delle persone aveva sviluppato il diabete.

I ricercatori hanno osservato che coloro che soffrivano di malattie gengivali vedevano aumentato del 9% il rischio di diabete. Anche tra coloro che avevano perso denti il diabete ha avuto un’incidenza maggiore.

A sorpresa, questa buona abitudine potrebbe aiutarci a diminuire i rischi di diabete di tipo 2

La notizia forse più sorprendente è che una buona igiene orale sembra ridurre i rischi di sviluppare il diabete. Più precisamente, lo studio ha osservato che coloro che si lavavano i denti e passavano il filo interdentale tre volte al giorno hanno visto ridursi il rischio di diabete dell’8%.

Il meccanismo dietro a questo particolare risultato non è chiarissimo, ma i ricercatori hanno avanzato alcune ipotesi.

In particolare, ritengono che una cattiva igiene orale potrebbe essere legata al processo infiammatorio cronico. Esso potrebbe causare l’accumulo di batteri nello spazio gengivale e di conseguenza potrebbe scatenare una risposta immunitaria che comprometterebbe il corretto controllo dei livelli glicemici.

Si tratta, tuttavia, di ipotesi portate avanti dagli studiosi e le ricerche sul tema non si fermano. In ogni caso, il consiglio che danno gli esperti è quello di lavarsi i denti e passare il filo interdentale almeno due, se non tre volte al giorno.

Sembrerebbe, inoltre, che l’igiene orale abbia effetti positivi più netti nelle persone di 50 anni o meno e nelle donne più che negli uomini.

Approfondimento

Pochi sanno che un’igiene orale scorretta in gravidanza potrebbe comportare queste problematiche al nascituro

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te