A questi giovani talenti creativi sono riservate delle borse di studio del valore di 3.000 euro 

Per chi ha il dono dell’arte e della creatività, la Fondazione Adolfo Pini mette in palio 5 borse di studio per sostenere altrettanti giovani. I contributi sono rivolti a chi intende seguire un periodo di formazione o di ricerca/lavoro presso centri internazionali specializzati.

Nel dettaglio, lo stage dovrà formare e aggiornare skills (capacità, competenze) nel proprio ambito creativo di riferimento (design, arte, nuovi media, etc). Inoltre, dovrà servire ad apprendere le “best practices” (migliori pratiche) messe in piedi dall’ente ospitante a sostegno delle loro iniziative artistiche e culturali.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Per sostenere economicamente tutto ciò, a questi giovani talenti creativi sono riservate delle borse di studio del valore di 3.000 euro . Tale importo è tuttavia riservato ai periodi di stage/ricerca svolti in presenza e in modalità mista. Se invece il periodo di formazione è in modalità da remoto, esso scende a 1.000 euro (lordi).

Beneficiari e requisiti di partecipazione

Vediamo chi sono i beneficiari dei sussidi e quali sono i requisiti per la partecipazione. I candidati dovranno:

  • posseder un’età inferiore ai 35 anni;
  • risultare iscritti a istituti di alta formazione, accademie e università di Milano, oppure laureati da massimo 3 anni;
  • presentare un progetto di ricerca;
  • entrare in contatto con l’ente di formazione internazionale presso cui svolgere il proprio periodo di ricerca/stage. Al riguardo, il bando spiega nel dettaglio quali tipologie di enti internazionali possono essere proposti;
  • conseguire l’accettazione della domanda da parte di questo ente di formazione, presso cui arricchire la propria formazione.

L’attività di ricerca e formazione si svolgerà preferibilmente in presenza e nel pieno rispetto dei più aggiornati protocolli di sicurezza. Laddove tali condizioni non potranno essere garantite, si passerà in via eccezionale allo svolgimento a distanza.

Domanda e termine di presentazione

L’allegato al bando contiene il modello di domanda da inoltrare alla Fondazione entro il prossimo 11 ottobre.

Inoltre andrà inviata una copia del documento d’identità, il cv e il portfolio dei lavori svolti. Inoltre, anche la prova dell’iscrizione (o laurea/diploma conseguito da non più di 3 anni) a un ente di formazione milanese. Si richiede poi un’adeguata descrizione del proprio progetto di studio e/o ricerca che s’intende fare. Infine serve l’accettazione (il c.d. “Research Agreement”) dell’ente ospitante e il dettaglio delle spese previste.

Domanda e documenti andranno scansionati in formato pdf e inviati o per email o per raccomandata a/r, all’indirizzo della Fondazione. Quest’ultimo è indicato per esteso nel bando, che contiene anche la dicitura completa da apporre in oggetto (all’email o alla raccomandata).

A questi giovani talenti creativi sono riservate delle borse di studio del valore di 3.000 euro

L’istruttoria e la valutazione della domanda (e quindi del singolo candidato) servirà ad attribuire un punteggio finale complessivo. In particolare, le voci di punteggio sono tre: originalità e interesse del progetto (massimo 50 punti), prestigio dell’ente ospitante (massimo 30 punti), cv (massimo 20).

L’importo della borsa di studio sarà erogato ai vincitori in due fasi distinte, ognuna pari al 50% dell’importo complessivo.

Per tutti gli ulteriori dettagli e/o dubbi, si rimanda alla presa visione integrale del bando.

Approfondimento

Lavoro carriera e successo con questo percorso scolastico.

Consigliati per te