A quali alimenti abbinare i broccoli per un gusto strepitoso ma anche per importanti benefici

broccoli

Certe volte i cibi meno reclamizzati sono proprio quelli che aiutano maggiormente l’organismo. È il caso dei broccoli che non sono sempre presenti nei regimi dietetici delle famiglie e che invece sarebbero molto salutari. Una ricerca dell’Università di Sydney ha dimostrato che le sostanze contenute nei broccoli potrebbero essere utili per eliminare gli emboli. Sarebbe una buona notizia per i pazienti colpiti da ictus che grazie ai broccoli vedrebbero anche aumentata l’efficacia dei farmaci fluidificanti.

Le sostanze contenute nei broccoli sarebbero fitochimiche e affiancherebbero gli antiossidanti, il calcio, le fibre e la vitamina C. Nei broccoli la presenza di vitamina C sarebbe maggiore rispetto alle arance. Per via di questa ricchezza nutritiva dovrebbero far parte della nostra dieta. Ne guadagneremmo in salute riducendo le infiammazioni e abbassando i livelli della glicemia.

Attenzione a gas e irritazioni dell’intestino

Medici e nutrizionisti sarebbero d’accordo nel consigliare ai pazienti il consumo di broccoli 3 volte a settimana. 90 grammi sarebbe la porzione ideale per pasto, in sostituzione possiamo consumare le altre crucifere come, per esempio, il cavolfiore. Non è necessario, quindi, consumarli tutti i giorni. La varietà di ortaggi e verdure dovrebbe essere sempre rispettata per avere i benefici di tutti gli alimenti a disposizione all’interno della dieta. Le verdure dovrebbero essere presenti in ogni pasto come accompagnamento dei primi e dei secondi o dovrebbero essere presenti nei piatti unici.

La presenza di antiossidanti terrebbe sotto controllo le infiammazioni e le fibre garantirebbero la regolarità intestinale. Attenzione, però, ai consumi eccessivi che potrebbero far aumentare i gas e i gonfiori. Le fibre insolubili in quantità elevate affaticherebbero la digestione. Chi soffre di gastrite o colon irritabile non dovrebbe esagerare.

A quali alimenti abbinare i broccoli per avere energia e leggerezza

Cuocerli con acqua bollente fino a farli ammorbidire sarebbe il modo migliore per cucinarli. Temperature troppo elevate o cotture aggressive potrebbero disperdere gli elementi salutari. Una cottura al vapore come nelle ricette orientali sarebbe perfetta. I broccoli si possono mischiare con altri ortaggi, come le carote, per sfruttare le proprietà antinfiammatorie. Oppure cucinare insieme ai legumi. Un piatto delicato e nutriente, soprattutto per gli sportivi o i convalescenti, sarebbe la pasta condita con i broccoli stufati. Ricchi di minerali e con poche calorie, darebbero il giusto apporto energetico per affrontare gli sforzi dell’attività o per riprenderci dalla debolezza.

L’importanza dei condimenti

Anche i broccoli gratinati al forno avrebbero un numero di calorie limitate e il gusto ne guadagnerebbe sicuramente. A quali alimenti abbinare broccoli? Si sposerebbero alla perfezione con patate, zucchine e fagiolini, si potrebbero preparare piatti unici da condire con olio d’oliva, noci e zenzero. Altri condimenti da non sottovalutare sarebbero l’aglio e il succo di limone. Facendoli saltare in padella per 5 minuti le proprietà nutritive non verrebbero disperse. Se vogliamo dimagrire e avere energia per la nostra routine sportiva, questi piatti dovrebbero essere la base della nostra dieta settimanale.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te