A Piazza Affari affonda questo titolo mentre un settore trema ma la Borsa si salva

Piazza Affari si ferma al box. Dopo alcuni giorni di corsa al rialzo il listino di Milano subisce una piccola correzione. Non era difficile immaginare una seduta in calo dopo le precedenti giornate positive. I nostri Analisti lo avevano anticipato nell’articolo: “Piazza Affari alla caccia di nuovi record spinta anche da questo titolo che sta facendo furore”.

Giornata di pausa per le Borse europee

Non era difficile prevedere una giornata di ritracciamento per la Borsa. Più complicato era prevedere il crollo di una blue chip che è letteralmente sprofondata. Il ribasso di questa azione e il calo di alcuni titoli di uno specifico settore, oggi hanno zavorrato la Borsa di Milano. A Piazza Affari affonda questo titolo mentre un settore trema ma la Borsa si salva, chiudendo con un ribasso leggermente superiore delle Borse europee.

“HYCM”/
“HYCM”/

Scorrendo i risultati dei mercati azionari nella giornata di oggi, non si può fare a meno di vedere che tutti sono in territorio negativo. Ha chiuso in ribasso la Borsa giapponese anche se in modo frazionale. I listini cinesi hanno chiuso con un calo attorno all’1%, ma le difficoltà della Borsa cinese non sono una novità. In Europa l’indice Euro Stoxx ha chiuso in calo dello 0,1% e la Borsa tedesca dello 0,3%, esattamente come la Borsa di Londra. La Borsa di Parigi ha chiuso con un ribasso dello 0,2%.

Al momento della chiusura delle Borse UE a Wall Street l’S&P 500 era attorno allo zero, ma il Nasdaq saliva dello 0,4%. Le stime su Microsoft e le attese delle trimestrali di Amazon e Apple stanno sostenendo l’indice tecnologico, che si avvicina ai massimi assoluti. Mentre le vendite per prese di beneficio hanno fermato la corsa dell’S&P 500, nonostante la pubblicazione di trimestrali di importanti aziende superiori alle attese.

A Piazza Affari affonda questo titolo mentre un settore trema ma la Borsa si salva

La Borsa di Milano chiude la seduta con un ribasso dello 0,6% e l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) termina a 26.806 punti. Quella di oggi è stata una giornata con scambi ridotti. Le poche vendite di chi voleva monetizzare i guadagni delle giornate precedenti, hanno dominato ma hanno fatto pochi danni. Chi invece esce con le ossa rotte da questa giornata sono il titolo Nexi e alcuni titoli bancari.

L’azione Nexi è sprofondata del 6,6%. Alcuni analisti sostengono che il calo è dovuto alla negativa trimestrale della società francese Wordline che opera anch’essa nel settore dei pagamenti. Inoltre oggi tra le peggiori blue chips ci sono molte banche. Fineco ha perduto il 2,5%, BPER banca il 2,4%, Banco BPM il 2,7%, Intesa Sanpaolo l’1,1%. Queste vendite sono probabilmente scattate in attesa dei risultati della riunione della Banca centrale europea di domani.

Approfondimento
Il punto sui mercati

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te