A merenda o a colazione, per combattere l’anemia facciamo un pieno di ferro e vitamine grazie a questi due frutti dolcissimi

Si pensa che la primavera possa portare solo effetti benefici. Per gli esseri umani, così come per le piante, è considerata la stagione ottimale. Quella in cui tutto si risveglia, ritorna a nuova vita. È l’immagine perfetta della ricchezza della natura. Tuttavia, è il caso di dirlo, non sempre è tutto rosa e fiori. A volte la primavera porta con sé alcuni disturbi, parecchio fastidiosi. È il caso dell’anemia, che compare con i primi caldi.

Come sempre consigliamo, quando ne avvertiamo i sintomi, dobbiamo subito rivolgerci al nostro medico. Spossatezza, gambe pesanti, stanchezza, unghie e capelli fragili, pallore. Sono alcuni dei segnali principali dell’anemia, che è una riduzione dell’emoglobina, cioè una capacità ridotta del sangue di portare ossigeno a tutte le parti del nostro corpo. Una volta verificato, tramite consulto medico, che non si tratti di un segnale dato da un’altra patologia, il problema si può correggere con l’alimentazione. In particolare, sarebbe la carenza di ferro e di vitamina B12 a determinarne l’insorgere.

Andiamo allora a vedere come poter aiutare il nostro corpo nell’assunzione di questi elementi, in particolar modo in due momenti particolari della giornata. Infatti, la ricetta che proponiamo oggi è un frullato di due frutti gustosissimi e ricchi di ferro. Possiamo berlo a colazione oppure a merenda. Il connubio tra fragole e cocco, infatti, è molto utile per dare al nostro corpo quell’aiuto esterno di cui ha bisogno per fronteggiare l’anemia. Ovviamente non è il solo, ma sicuramente è difficile trovarne di più dolci.

A merenda o a colazione, per combattere l’anemia facciamo un pieno di ferro e vitamine grazie a questi due frutti dolcissimi

Questi sono gli ingredienti per due porzioni, che possiamo decidere di bere o nella stessa giornata, oppure in due giorni differenti, conservandoli sempre in frigorifero.

Serviranno:

  • 400 ml di latte di cocco;
  • 200 g di fragole;
  • 2 cucchiaini di miele di castagno.

Per prima cosa laviamo le fragole sotto abbondante acqua corrente. Leviamo il picciolo, dividiamole in due e andiamo a metterle nel bicchiere del nostro frullatore. Per il latte di cocco, possiamo decidere se acquistarlo direttamente in commercio o produrlo a casa nostra. Se scegliamo la seconda opzione, dobbiamo grattugiare bene la polpa di una noce di cocco. Successivamente, far bollire un litro di acqua e lasciarla riposare al suo interno per 30 minuti. L’infuso ottenuto, poi, dovrà essere messo nel frullatore e amalgamato bene, per poi essere filtrato e messo in frigorifero. Per la nostra ricetta, ne serviranno 400 ml, l’equivalente di due bicchieri.

Alle fragole e latte di cocco aggiungeremo un paio di cucchiaini di miele di castagno, anch’esso ricchissimo di ferro. Il più ricco in assoluto di sali minerali. Frulliamo bene e riempiamo una bottiglia di vetro. Sarà un valido sostituto di latte e caffè per una colazione sostanziosa, a cui possiamo aggiungere, se vogliamo, dei fiocchi d’avena per renderla ancora più completa.

A merenda o a colazione, per combattere l’anemia, dunque, prepariamoci un frullato di fragole e cocco con l’aggiunta del miele di castagno. Per attutire gli effetti del mal di primavera e cercare di godere solo dei suoi aspetti migliori.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te