7 trucchi per asciugare il bucato quando piove senza causare cattivi odori o muffa, umidità e condensa

Da ore sta imperversando, lungo tutto lo Stivale, una perturbazione carica di nubi che non ci abbandonerà per i prossimi giorni. In più ci stiamo avviando verso il cuore della stagione fredda: tra meno di un mese sarà inverno. Sono le condizioni climatiche ideali per preparare questa gustosa zuppa che riscalda l’organismo in 5 minuti.

Simili situazioni spesso rendono difficile lavare i nostri panni sporchi. Presentiamo allora 7 trucchi per asciugare il bucato quando piove senza causare cattivi odori o muffa, umidità e condensa.

La scelta della stanza adatta

La prima valutazione passa per la scelta sul dove e come posizionare lo stendino. Questo vuol dire anzitutto individuare la stanza più adatta, poi si individuerà l’angolo, lo spicchio giusto sul dove collocare lo stendino.

Andrebbe evitata la cucina perché è spesso impregnata di odori. Parimenti anche il bagno potrebbe risultare un ambiente particolarmente umido e poco adatto. Di contro va detto che si tratta di un luogo poco frequentato e, di norma, con la finestra spesso aperta.

Altra regola d’oro: far circolare l’aria

Il passaggio dell’aria è l’altra condizione essenziale da garantire a un bucato appena steso. Senza passaggio dell’aria è difficile che i panni asciughino.

Inoltre, la ventilazione garantisce che le particelle di acqua emanate dai panni possano creare nel tempo muffa, umidità o causare la formazione di funghi. Sono tutte situazioni pericolose per la salute umana e per le mura domestiche.

Prima regola: far circolare l’aria

Altrettanto importante è porre lo stendino con il bucato appena fatto in prossimità di fonti di calore. I caloriferi aiutano anche ad eliminare l’umidità che si forma naturalmente durante il processo di asciugatura.

Al riguardo, ecco a chi spetta il Bonus gas fino a 245 euro per evitare di pagare bollette da capogiro.

Non sovrapporre gli abiti

Potrà sembrare ovvio o banale, ma vale anche l’accorgimento di non impilare i vestiti uno sull’altro.

Non solo non asciugano velocemente, ma creano le condizioni ideali per la formazione di muffe e umidità. Inoltre creano cattivi odori, che in parte restano impregnati sul bucato.

In merito all’odore di muffa

Più in generale, per evitare il formarsi di umidità e brutti odori, ossia quelli tipici della muffa in casa, ecco un altro rimedio. Basterebbe posizionare 1-2 piccoli sacchetti di carta con del riso dentro. L’escamotage è perfetto per assorbire l’umidità rilasciata dai vestiti posti ad asciugare.

Un aiuto dalla lavatrice

Anche il ricorso alla centrifuga, in sede di lavaggio in lavatrice, si rivela utile per guadagnare tempo e accelerare l’asciugatura. Tuttavia, è sempre buona norma accertarsi che i tessuti dei panni in lavaggio possono sopportare simili programmi, specie con riferimento alla doppia centrifuga.

7 trucchi per asciugare il bucato quando piove senza causare cattivi odori o muffa, umidità e condensa

Altro suggerimento da non sottovalutare riguarda l’utilizzo del deumidificatore. In commercio ce ne sono di diverse dimensioni e prezzi. Alcuni di questi possono avere una funzione apposita per velocizzare i tempi di asciugatura dei vestiti.

Questi elettrodomestici si rivelano particolarmente utili se abitiamo in zone dal clima particolarmente umido. Idem se viviamo in case poco spaziose e ventilate o non ben esposte al sole.

Approfondimento

Ecco come riscaldare un balcone o una terrazza in inverno a partire da soli 50 euro.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te