7 titoli guida e sottovalutati a Wall Street da comprare ora e mantenere per mesi ma occhio a Facebook

A Wall Street con due sedute da manuale, i rialzisti si riprendono la scena e fanno volare i mercati azionari americani. Se non si assisterà quindi a una nuova inversione ribassista, da questo momento in poi saremo in pieno rally natalizio ma come spiegato il movimento, come da serie storiche,  potrebbe continuare anche ben oltre e fino ad aprile inoltrato.

Come approfittare di questa opportunità?

“HYCM”/
“HYCM”/

Il nostro Ufficio Studi ha scelto 7 titoli guida e sottovalutati a Wall Street da comprare ora e mantenere per mesi ma occhio a Facebook. Essi sono: Amazon (NASDAQ:AMZN), Apple, Facebook, Google, JPMorgan, Microsoft e Netflix.

7 titoli guida e sottovalutati a Wall Street da comprare ora e mantenere per mesi ma occhio a Facebook

I calcoli del fair value sono stati elaborati dal nostro Ufficio Studi tenendo conto della raccomandazioni degli altri analisti ma anche dello studio dei bilanci degli ultimi 4 anni.

Amazon, ultimo prezzo a 2.915,5. Fair value a 5.400 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 2.792, i prezzi potrebbero continuare a salire in pochi mesi verso l’area di 3.200 e poi 3.700. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 2.840. Mantenere le posizioni Long.

Apple, ultimo prezzo a 144,84. Fair value a 180 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 2.792, i prezzi potrebbero continuare a salire in pochi mesi verso l’area di 3.200 e poi 3.700. Primo indizio rialzista in seguito ad una chiusura giornaliera superiore a 2.840. Mantenere le posizioni Long.

Facebook, ultimo prezzo a 326,23. Fair value a 580 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale superiore a 345,02, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 244,61. Primo indizio rialzista in seguito ad una chiusura giornaliera superiore a 330,03. Mantenere le posizioni ribassiste.

Google, JPMorgan, Microsoft e Netflix

Google, ultimo prezzo a 2.827,36. Fair value a 4.500 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 2.715,20, i prezzi potrebbero continuare a salire in pochi mesi verso l’area di 3.200 e poi 3.700. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 2.715. Mantenere le posizioni Long.

JPMorgan,  ultimo prezzo a 166,61. Fair value a 215 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 160,06, i prezzi potrebbero continuare a salire in pochi mesi verso l’area di 200 e poi 245. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 164,14. Mantenere le posizioni Long.

Microsoft, ultimo prezzo a 304,21. Fair value a 400 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 292,35, i prezzi potrebbero continuare a salire in pochi mesi verso l’area di 345 e poi 385. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 297,83. Mantenere le posizioni Long.

Netflix, ultimo prezzo a 628,29. Fair value a 750 dollari. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale inferiore a 594,68, i prezzi potrebbero continuare a salire in pochi mesi verso l’area di 710 e poi 755. Primo indizio ribassista in seguito ad una chiusura giornaliera inferiore a 622,18. Mantenere le posizioni Long.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te