6 cibi da non mangiare per evitare malattie del fegato e del cervello

Sono sempre di più le campagne informative che ci mettono in guardia sulla pericolosità di alcuni alimenti. Pericolosità non solo per la linea, ma anche e soprattutto per tutto il nostro organismo. Purtroppo, è una legge non scritta che spesso gli alimenti più gustosi siano anche i più nocivi e viceversa. Pensiamo ai due esempi più eclatanti e i rispettivi opposti.

Carote e broccoli sono gli alimenti più salutari in assoluto in grado di prevenire le malattie e farci vivere a lungo. I cibi del fast food e di molti ristoranti etnici sono invece da evitare per la nostra salute. Ecco allora 6 cibi da non mangiare per evitare malattie del fegato e del cervello. Teniamoci forte perché troveremo anche delle sorprese.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Sottilette e affettati

Quanto è gustoso il classico panino col salame e la sottiletta. Ecco, eppure in questi due e semplici alimenti si nasconde un vero e proprio pericolo per la nostra salute. Le sottilette, infatti contengono proteine e sieri concentrati, amidi modificati e correttori di acidità. Dal canto loro invece i salumi e i wurstel con l’abbondanza di nitrito di sodio sono riconosciuti dalla scienza alimentare come alimenti il cui abuso è assolutamente nocivo.

6 cibi da non mangiare per evitare malattie del fegato e del cervello

Panna montata industriale e gelati confezionati

Sono tra i protagonisti indiscussi del momento i gelati industriali e la panna montata. Il grave problema e che parliamo di prodotti che possono contenere coloranti, grassi transgenici e insaporitori artificiali. Il consiglio degli esperti è quello di cercare di limitarne l’assunzione, andando nel contempo alla ricerca delle aziende maggiormente conosciute. In questo campo quelle italiane rappresentano il top nel mondo e ricercano quotidianamente ingredienti più salutari e meno nocivi possibili.

Surimi e patate fritte

Ecco forse una sorpresa inattesa, il surimi, e purtroppo una conferma, le patatine fritte.

Facciamo attenzione perché pochi sanno che il surimi non è il classico pesce che ci fa bene. Non è quasi mai polpa di granchio, ma un mix di macinato di pesce non eccellente, spesso unito a coloranti, addensanti e conservanti. Senza contare una buona quantità di zuccheri e glutammati.

Purtroppo, anche le tanto amate patatine fritte sono sempre presenti tra gli alimenti che dovremmo evitare. Qui addirittura troviamo negli oli più volte utilizzati l’acrilamide, una sostanza che si forma nel processo di frittura a temperature elevate.

Approfondimento

I 4 alimenti peggiori che indeboliscono la memoria elevando il rischio di demenza senile

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te