500 euro al mese per ogni cittadino in difficoltà: dove è possibile

In questo articolo andremo ad approfondire un’iniziativa finanziaria a sostegno delle persone più colpite dalla crisi economica. Capiremo come ottenere 500 euro al mese per ogni cittadino in difficoltà: dove è possibile lo vedremo nelle prossime righe. In più scopriremo i requisiti per accedere a questo trattamento economico. La crisi ha creato una fascia di nuovi poveri, persone che hanno perso il lavoro e faticano a trovare una nuova occupazione. Questi cittadini hanno bisogno di un supporto economico immediato.

ProiezionidiBorsa TV

Necessitano anche di un aiuto per aggiornare le proprie conoscenze e abilità lavorative. Il reddito di dignità è una tutela economica immediata ma anche un modo per orientare i cittadini verso un reinserimento nel mondo del lavoro. Esso prevede l’erogazione di un sussidio mensile di 500 euro per 12 mesi. Questo a fronte della partecipazione a tirocini o progetti di pubblica utilità. Il sussidio è a carattere locale ed è rivolto alle persone escluse dal reddito di cittadinanza previsto dal Governo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

500 euro al mese per ogni cittadino in difficoltà: dove è possibile

Il reddito di dignità è una misura della Regione Puglia dedicata ai residenti da almeno 12 mesi nell’area.  Esso prevede dei precisi requisiti: oltre alla residenza, un ISEE non superiore a 9.360 euro e un patrimonio inferiore a 30mila euro. L’iniziativa è riservata a persone di età compresa tra i 18 e i 67 anni. Sono previste facilitazioni per i soggetti più deboli come donne vittime di violenza, disabili privi di sostegno e persone senza fissa dimora. Tutti i richiedenti dovranno impegnarsi formalmente ad un minimo di 62 ore mensili di attività lavorativa. La Regione Puglia organizza infatti tirocini di inclusione e servizi di pubblica utilità, finalizzati a fornire ai beneficiari un futuro lavorativo.  Gli enti territoriali provvederanno a strutturare dei percorsi personalizzati di reinserimento. Assistenti sociali valuteranno il profilo psicologico, il contesto socio- economico di provenienza per orientare al meglio gli assistiti.

Come presentare le domande alla Regione Puglia

L’iniziativa ha riscosso un forte interesse, tanto che i fondi stanziati per il 2020 si sono esauriti in poche settimane. Per questo motivo, l’Assessorato al Welfare ha deliberato un secondo bando chiamato reddito di dignità 3.0.  Le persone interessate, potranno presentare una domanda semplificata direttamente sul sito della Regione Puglia oppure tramite un CAF o un patronato. La redazione di Proiezionidiborsa è attenta ad informare i lettori in merito alle iniziative pubbliche di sostegno ai cittadini in difficoltà. Abbiamo recentemente trattato il bonus previsto per i lavoratori italiani rimasti senza lavoro all’estero. Rileviamo che al momento il reddito di dignità è attivo solo in Puglia. Iniziative simili in altre Regioni non sono partite o sono ormai scadute.

Consigliati per te