5 errori da non commettere mai su WhatsApp se non si vogliono passare brutti quarti d’ora

WhatsApp, con quasi 2 miliardi di utenti attivi, è l’app di messaggistica per eccellenza. Essendo utilizzata da così tante persone, essa è ormai diventata una risorsa indispensabile nella nostra comunicazione ed è difficile farne a meno.
Grazie a quest’applicazione abbiamo infatti l’opportunità di rimanere in contatto con i nostri cari condividendo esperienze, contenuti multimediali e tanto altro.
Tuttavia, molto spesso WhatsApp diventa teatro di truffe e raggiri che potrebbero compromettere la sicurezza degli utenti.

Per questo motivo, ecco 5 errori da non commettere mai su WhatsApp se non si vogliono passare brutti quarti d’ora

Un errore che bisognerebbe evitare di commettere è quello di fidarsi dei link ricevuti nelle chat. Anche se questi messaggi dovessero provenire da contatti di parenti, amici fidati o colleghi, è importante sempre prestare attenzione e diffidare.
Dietro, infatti, potrebbero celarsi pericolosi hacker che, approfittando della buona fede e dell’ingenuità degli utenti, tentano di truffarli rubando loro dati e denaro.
Si tratta dei cosiddetti attacchi phishing che, come abbiamo già spiegato, potrebbero compromettere l’account WhatsApp ed i conti bancari.
Prima di cliccare, quindi, assicuriamoci che il link sia sicuro e che, dietro al nostro contatto, non ci sia qualcun altro.

Sempre per evitare spiacevoli sorprese potrebbe essere una buona abitudine quella di disattivare WhatsApp Web quando non lo si utilizza. Questo servizio, che permette di chattare anche dal desktop, è molto comodo, ma spesso potrebbe rappresentare un vero problema. Infatti, senza le dovute accortezze, potremmo subire tentativi di spionaggio, anche con accessi remoti tramite altri desktop.

Disabilitare processi automatici

Tra i 5 errori da non commettere mai su WhatsApp se non si vogliono passare brutti quarti d’ora rientrano anche quelli legati ad alcuni automatismi.
Infatti, su alcuni account potrebbe essere attiva un’opzione molto comoda, che consiste nel download automatico dei media. Questa funzione permette quindi di scaricare automaticamente sul cellulare video, immagini, audio e documenti senza l’intervento manuale dell’utente.
Anche se può sembrare conveniente, in alcune situazioni invece potrebbe non esserlo. Ad esempio, in caso di traffico dei dati limitato, il download di materiale potrebbe consumare dati e, quindi, denaro.
Oppure potrebbe compromettere la memoria interna del dispositivo, causando rallentamenti e malfunzionamenti. Si possono modificare i parametri della funzione andando su “Impostazioni” e poi cliccando su “Spazio e dati”.

Un altro automatismo, questa volta da mantenere attivo, è quello del backup. Quest’ultimo permette di salvare i propri dati e le proprie chat su Google Drive, così da averli sempre disponibili anche se dovessimo cambiare dispositivo. Molti, pensando di risparmiare dati e memoria, disabilitano questa funzione ma rischiano di perdere tutto in caso di sfortuna. Quindi, in questo caso, meglio prevenire che curare.

Messaggi indesiderati o molestie

Il quinto ed ultimo errore che potrebbe compromettere per sempre l’account di WhatsApp è l’invio a terzi di messaggi indesiderati. Come abbiamo già visto in precedenza, questo tipo di pratiche, insieme alle frodi ed allo spamming, potrebbero provocare la chiusura dell’account.
Quindi, è importante prestare attenzione ai contenuti che inviamo, rispettando i termini e le condizioni di servizio, nonché gli altri utenti.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te