4 trucchetti semplicissimi per stendere la pizza in teglia senza farla ritirare e gustare tranci alti e sofficissimi

Tonda o rettangolare, la pizza è un grande orgoglio della cucina italiana, con i suoi bordi soffici che, come una cornice, racchiudono tutti gli ingredienti. Di pizzerie, ciascuna con la sua ricetta segreta, ce n’è un’infinità ma la pizza fatta in casa ha tutto un altro sapore. Impastando farina, acqua, lievito e sale creeremo da zero il nostro panetto, seguendo la sua crescita fino alla cottura. Per questo non sarebbe mai tardi per iniziare e per chi fosse alle prime armi un impasto facile e con cottura rapida potrebbe essere l’ideale. Inoltre, uno dei possibili errori delle prime volte sarebbe abbondare un po’ con le quantità, ma se ci fosse avanzato dell’impasto potremmo trasformarlo in tante prelibatezze dolci o salate.

Però, chi mette le mani in pasta per la prima volta, potrebbe andare incontro anche ad un altro incidente di percorso. L’impasto della pizza, una volta trasferito nella teglia, potrebbe non stendersi facilmente, ritirandosi di continuo nonostante tutti i nostri sforzi. Cosa fare, allora, per evitare questo piccolo dramma culinario? Lo sveleremo proprio in questo articolo, conoscendo alcuni piccoli escamotage che ci faranno fare un figurone da veri pizzaioli.

4 trucchetti semplicissimi per stendere la pizza in teglia senza farla ritirare e gustare tranci alti e sofficissimi

Per cuocere la pizza fatta in casa i due strumenti fondamentali sono il forno e la teglia. Quest’ultima accoglierà il nostro impasto da crudo a cotto e quindi per evitare difficoltà nello stenderlo dovremmo partire proprio da lei. Infatti, prima ancora di iniziare dovremmo ungerla con dell’olio extravergine di oliva, da spalmare su base e bordi. In questo modo creeremo un letto scivoloso che invoglierà il nostro impasto a distendersi al volo.

Trucchetto numero 2

Dopo aver creato il panetto e averlo fatto lievitare una prima volta, a seconda dei tempi previsti nella ricetta, dovremmo direttamente trasferirlo in teglia. Questo significa che non dovremmo lavorarlo né con le mani né con il mattarello, ma semplicemente travasarlo dalla ciotola alla teglia. In questo modo eviteremo di bloccare bruscamente la lievitazione ed eviteremo di rendere la maglia glutinica troppo resistente e dura.

Trucchetto numero 3

Dopo il travaso dovremmo far lievitare l’impasto una seconda volta. In questo modo risulterà perfettamente morbido, poco elastico e facilissimo da stendere. La lievitazione, quindi, sarebbe un passaggio fondamentale perché andrebbe a “rilassare” la maglia creata dal glutine, che si allargherà non appena la toccheremo.

Trucchetto numero 4

Infine, per stendere l’impasto dovremmo usare solo le mani e non il mattarello che potrebbe fargli perdere consistenza, rendendolo anche duro post cottura.

In questo caso, però, dovremmo rispettare una serie di regole:

  • usare solo i polpastrelli;
  • toccare l’impasto lo stretto indispensabile;
  • spingere e stendere dall’interno verso l’esterno;
  • oliare bene le mani;
  • spolverizzare l’impasto con della farina per renderlo meno appiccicoso.

Allora, ecco qui i 4 trucchetti semplicissimi per stendere la pizza fatta in casa quando usiamo la teglia e rendere la sua preparazione ancora più semplice.

Lettura consigliata 

3 trucchetti per lavare e pulire le fragole alla perfezione senza rovinare il sapore e senza usare amuchina, aceto o limone

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te