4 titoli azionari USA da vendere abbastanza in fretta

Quali potrebbero essere i 4 titoli azionari USA da vendere prima che possano far danni al nostro portafoglio?

I primi quattro mesi dell’anno non sono andati assolutamente male per i mercati americani. La scorsa settimana sembrava che i mercati vivessero una fase abbastanza tranquilla, ma con i risvolti delle trattative sui dazi tra la Cina e gli Stati Uniti, l’S&P 500 è sceso del 2,4% quotando 2802,43. Al momento, pur essendosi portato a quota 2.851, resta in una fase di rimbalzo da valutare. Con queste premesse, andiamo ad analizzare 5 titoli azionari che converrebbe vendere “prima piuttosto che poi”.

McDonald’s

Il gigante del fast food McDonald’s (MCD), ha visto i suoi guadagni apprezzarsi. Uno dei motivi principali è stato quello di focalizzarsi più sui franchising e meno su negozi di proprietà. Anche le royalties sono aumentate, e il mercato ha risposto bene. L’aumento si è attestato su circa il 22% nell’ultimo anno. La scelta di puntare sul franchising classico, però, ha generato non poche lamentele da parte dei franchisee, soprattutto per i costi di gestione. Quindi, tra un eccesso di ipercomprato e le lamentele dei franchisee, potrebbe essere un ottimo momento per pensare di vendere.

Best Buy

Per citare un conosciutissimo adagio “Diamo a Cesare quel che è di Cesare, Hubert Joly ha fatto un ottimo lavoro dal 2012 alla guida di Best Buy (BBY). La crescita ha coinciso con il suo mandato. Tuttavia, potrebbe verificarsi presto un’inversione dovuta al fatto che il mercato dell’elettronica e degli elettrodomestici è molto saturo. Non da sottovalutare, inoltre, le sue vicine dimissioni in favore di Corie Barry, e si sa come gli avvicendamenti di leadership possano provocare sussulti.

Intel

C’era una volta il re del mondo informatico, Intel (INTC).  Non esiste persona al mondo che non conosca questo gigante della produzione di microprocessori, presenti praticamente in tutti i PC della Terra. L’zienda negli ultimi anni ha perso colpi. Forse la colpa è da imputare da una parte alla sua storica rivale AMD (NASDAQ: AMD), ma da un’altra anche ad alcuni difetti di sicurezza nelle sue vecchie CPU. Ma l’azienda non morirà. È in atto una riorganizzazione aziendale con il lancio di nuovi prodotti nel 2021.Si sta già riorganizzando, pianificando il lancio della sua lunga fila di CPU a 7 nanometri nel 2021. Per finire, anche I recenti cali intorno al 20% potrebbero posizionare il titolo nella nostra lista.

Netflix

Netflix (NFLX) è andato forte nel primo trimestre e può apparire contro tendenza vederlo in una lista dei  4 titoli azionari USA da vendere. Con un +60% dal suo minimo di dicembre, è stabile ancora su una performance positiva, attestandosi a circa il 50% di guadagni. Purtroppo per l’azienda, però, all’orizzonte ci sono un pò di nuvole non molto rassicuranti. In primis Walt Disney  con il lancio della sua piattaforma streaming.  Poi circolano voci che anche TimeWarner stia per lanciare la sua di piattaforma entro la fine dell’anno. E, per finire in bellezza, anche BCUniversal dovrebbe partire a metà 2020. Potremmo dedurne che il dominio di Netflix potrebbe vacillare nell’immediato futuro, ma è parere di molti analisti che difficilmente il gigante vacillerà.

Leggi anche 5 titoli tecnologici da acquistare e mantenere per anni

4 titoli azionari USA da vendere abbastanza in fretta ultima modifica: 2019-05-16T19:01:29+02:00 da Leonardo Bernini

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV
Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.