3 titoli azionari sulle Borse mondiali che vale mettere ora in portafoglio per sempre

Ieri la pubblicazione dei verbali del FOMC ha evidenziato una FED che potrebbe ridurre gli acquisti di titoli sul mercato già per la fine del 2021. Anche se restano tanti i potenziali rischi, soprattutto sul fronte del settore lavoro.

Oggi Wall Street ha reagito con un’apertura in passivo su tutti e tre i suoi listini maggiori. Anche a Piazza Affari le cose non vanno meglio. Intorno alle 12 il Ftse Mib perdeva oltre il 2%, un segno meno che è successivamente peggiorato. Infatti il passivo, alle 16.30 superava il -3%. Un andamento così incerto conferma ancora la diversificazione come la strategia più sicura per chi vuole investire. Esistono, ad esempio, 3 titoli azionari sulle Borse mondiali che vale mettere ora in portafoglio per sempre?

Come è noto a tutti, investire sul lungo periodo significa guardare oltre le vicissitudini giornaliere di un singolo titolo ed individuare i macro trend che caratterizzeranno i mercati del futuro. Macro trend che si possono individuare già da adesso.

3 titoli azionari sulle Borse mondiali che vale mettere ora in portafoglio per sempre

Un primo esempio arriva dall’aumento e dall’invecchiamento della popolazione mondiale. Con tutte le conseguenze del caso. Oltre ai titoli del settore sanitario specializzati nella cura e nelle malattie della terza e quarta età, si può guardare anche alla necessità, ormai improrogabile, del trattamento e della gestione dei rifiuti. A questo proposito un titolo da prendere in considerazione potrebbe essere Waste Connections (NYSE:WCN).

L’azienda, infatti, è specializzata nella raccolta, smaltimento e riciclaggio dei rifiuti. Il titolo incontra l’approvazione degli analisti di BMO Capital Markets con un rating outperform. Goldman Sachs copriva le azioni dell’azienda con un buy già dai primi di aprile. Inoltre anche tre fattori giocano a favore del titolo. Il primo è una politica fatta di acquisizioni, il secondo la sua capacità di gestire i rifiuti del settore energetico (gas e petrolio). A questo si aggiunga un costante aumento dei dividendi.

Il settore tech

Altro settore interessante per investire in ottica di lungo periodo è quello tech. Il primo nome è quello di Alphabet che può vantare tra i suoi cavalli di battaglia Google, primo motore di ricerca al mondo, Android il sistema operativo mobile più diffuso.Oltre a Gmail e YouTube, solo per fare due esempi. Il titolo attira l’attenzione degli esperti di Jefferies che ottimisti sul futuro prossimo, considerandolo tra quelli con il miglior potenziale di rialzo per il terzo trimestre.

La view degli analisti

Di queste ore, inoltre, la notizia secondo cui sempre i tecnologici sarebbero tra le voci di investimento preferite da Barclays per il mese di luglio insieme al settore energetico. In particolare, Barclays giudica quest’ultimo degno di un rating overweight. A suo favore ci sono, attualmente, utili per azione considerati elevati. Inoltre è un settore che può ancora affascinare con i suoi dividendi. Recentemente UBS ha posto Royal Dutch Shell tra i titoli da comprare, con un target price di 1860 pence. Anche in virtù di un dividend yield che per quest’anno è previsto al 3,4%.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te