3 titoli azionari sopravvalutati a Piazza Affari che da ora potrebbero continuare a scendere

Dopo che il Ftse Mib Future nei giorni scorsi ha segnato un massimo a 26.680 punti, complice la debolezza dei mercati internazionali, è iniziata una discesa. Dove sono diretti i listini azionari?

Una chiusura odierna del nostro Future inferiore ai 25.915 farebbe cambiare lo scenario settimanale e inizierebbe a far proiettare ulteriori swing ribassisti per alcune settimane.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Ma procediamo per gradi e di volta in volta, mantenendo il polso della situazione, aggiusteremo il tiro. Cosa andiamo a monitorare invece per la giornata odierna?

Ecco i 3 titoli azionari sopravvalutati a Piazza Affari che da ora potrebbero continuare a scendere. Stiamo parlando di Brunello Cucinelli, ENI e Unicredit (MIL:UCG).

3 titoli azionari sopravvalutati a Piazza Affari che da ora potrebbero continuare a scendere

Brunello Cucinelli, ultimo prezzo a 49,10.  Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale superiore a 54,70, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 41 euro. Nel breve, ci potrebbe essere un primo indizio rialzista in seguito ad una chiusura giornaliera superiore a 52,20. Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 30 euro per azione mentre le raccomandazioni degli analisti convergono intorno al prezzo di 39,63.

ENI, ultimo prezzo a 10,076. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale superiore a 10,448, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 9,60 e poi 7,85 euro. Nel breve, ci potrebbe essere   un primo indizio rialzista in seguito ad una chiusura giornaliera superiore a 10,198. Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 9,60 euro per azione mentre le raccomandazioni degli analisti convergono intorno al prezzo di 11,84.

Unicredit, ultimo prezzo a 10,128. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera e poi settimanale superiore a 10,72 i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 9,50 e poi 7,85 euro. Nel breve, ci potrebbe essere un primo indizio rialzista in seguito ad una chiusura giornaliera superiore a 10,288. Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 7,50 euro per azione mentre le raccomandazioni degli analisti convergono intorno al prezzo di 11,50.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te