3 streghe affossano Piazza Affari, le banche precipitano mentre Tod’s sbanca

La settimana dei mercati azionari termina con un brusco ribasso della Borsa di Milano ma anche di quelle europee. Volendo fare una sintesi potremmo scrivere che 3 streghe affossano Piazza Affari, le banche precipitano mentre Tod’s sbanca.

Purtroppo nelle ultime analisi siamo stati facili profeti e lo scriviamo con disappunto, perché la nostra intuizione ha riguardato l’andamento negativo della Borsa. Anche se in parte consola il fatto che Tod’s abbia guadagnato quasi oltre 20% dopo la prima analisi dei nostri Esperti.

Oggi tutti i mercati azionari hanno vissuto una giornata negativa. In Europa è stata una giornata pesante, con perdite che hanno sfiorato il 2%. Anche Wall Street ha aperto in calo con l’indice Dow Jones in deciso ribasso. A cosa è dovuto questo improvviso calo? Probabilmente l’effetto delle 3 streghe ha contribuito a spingere gli operatori alle vendite. Nella giornata odierna sono andati in scadenza contemporaneamente i future su indici e le opzioni su azioni e indici. È una particolare scadenza che avviene ogni terzo venerdì di marzo, giugno, settembre e dicembre.

3 streghe affossano Piazza Affari, le banche precipitano mentre Tod’s sbanca

Il giorno delle 3 streghe i mercati sono fortemente volatili a causa dell’elevata attività speculativa di brevissimo periodo. Poi, però, i corsi riprendono il loro normale andamento di fondo, che nelle Borse europee e in quelle statunitensi rimane rialzista. Anche Piazza Affari rimane con una tendenza rialzista di fondo, nonostante la giornata pessima. Oggi il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso in calo dell’1,9% a 25.218 punti.

La giornata di Piazza Affari è partita subito in calo. Dopo poco i prezzi del Ftse Mib hanno rotto al ribasso il supporto a 25.700 punti. Quando sono scesi anche sotto 25.600 punti i prezzi hanno iniziato a correre verso il basso. Confermando quanto scritto dai nostri Esperti in questa analisi: “Questa figura può cambiare il futuro prossimo della Borsa di Milano“.

Sotto pressione sono andati i titoli bancari, che ancora una volta hanno zavorrato la Borsa. Unicredit ha perso il 4,3%, Intesa Sanpaolo il 3%, BPER Banca il 2,2%. In concomitanza con la discesa dei prezzi dei titoli bancari è schizzato verso l’alto lo spread BTP-Bund. Il differenziale di rendimento tra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi è salito di oltre il 5%, a 107 punti.

Chiudiamo con una nota positiva. Oggi il miglior titolo della Borsa è stato Tod’s. Negli ultimi giorni più volte gli Analisti di ProiezionidiBorsa avevano acceso un focus sul titolo. Avevamo intitolato l’ultima analisi: “In una Borsa incerta occhi puntati su questo titolo che sta sbancando“, con riferimento a Tod’s. Oggi l’azione ha guadagnato il 13%.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te