3 ricette per farcire e condire la pinsa precotta e 3 segreti per preparare un impasto perfetto

Negli ultimi anni c’è una pietanza che ha letteralmente spopolato in tutto lo Stivale, la pinsa. Questo piatto, in realtà, è molto antico e appartiene alla tradizione romana e ricorda la pizza, sia a livello estetico che nel sapore. I contadini che producevano e vendevano la farina, tenevano per sé gli scarti, invece di sprecarli trovarono un modo per riutilizzarli abilmente. Le farine integrali, o più grezze, invendute, diventarono un prodotto per realizzare un incredibile impasto a lunga lievitazione.

3 ricette per farcire e condire la pinsa precotta e 3 segreti per preparare un impasto perfetto

Il termine proviene dal latino e tradotto vuol dire schiacciare o allungare, proprio per la forma che assume alla fine ed era per i romani come il pane, adatto ad accompagnare altri alimenti. Questa sorta di focaccia croccante e friabile era principalmente condita con semplice olio ed erbe aromatiche. Addirittura Virgilio, nell’Eneide, sembrerebbe parlare di questa pietanza, descrivendola come una focaccia realizzata con ingredienti poveri, acqua e sale.

Con il tempo anche questo piatto ha subito un’evoluzione, soprattutto per quanto riguarda il condimento, mento l’impasto rimane più o meno invariato. Oggi i supermercati propongono la pinsa precotta nel banco frigo o dei surgelati, dando la possibilità di condirla a nostro piacimento. Vediamo, perciò,  3 ricette per farcire e condire la pinsa precotta e proporla in tavola.

Potremmo prendere ispirazione dallo sfincione, di tradizione siciliana, creando una farcitura ricca di sapori ma anche semplice ed economica. Sbollentiamo leggermente una cipolla, tagliamola a pezzi e poi facciamola rosolare insieme ad olio e qualche acciuga. Aggiungiamo dell’acqua e della passata di pomodoro, sale e pepe. Dopo 15 minuti potremo spegnere la fiamma, a freddo inseriamo dei pezzi di caciocavallo. Spargiamo il condimento sopra la pinsa e della mollica e inforniamo.

Idee e consigli

Se non abbiamo molto tempo, prepariamo un condimento a crudo, da mettere sopra la pinsa già cotta in forno. Basterà condire della rucola e gamberetti sbollentati con olio e sale, stendiamoli sulla focaccia e aggiungiamo del succo di limone, un’idea perfetta per l’estate.

Per i vegetariani, invece, usiamo delle fette di scamorza e delle zucchine grigliate, o cotte in padella, per farcire la pinsa prima di infornarla e cuocerla per 15 minuti circa.

Preparare un impasto perfetto non è impossibile, ma non è neanche così scontato. Il segreto principale per ottenere una pinsa croccante e leggera, è usare farina di riso, frumento e soia, usando il semolino di riso per stenderla.

Il secondo step è usare il lievito madre, senza eccedere nelle dosi, per poi affrontare una lunga lievitazione. Infine, non sottovalutiamo l’importanza dell’acqua nell’impasto che dovrebbe essere dell’80% circa rispetto alla quantità totale di farina.

Lettura consigliata

Il segreto che molti non sanno per ottenere una pizza morbidissima

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te