3 oggetti che costano meno di 132 euro ma che nei prossimi dieci anni potrebbero valere una fortuna

In un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, è difficile trovare investimenti sicuri e remunerativi che possono essere una garanzia per il futuro. La difficoltà è connessa alla comprensione fra ciò che può essere un ottimo investimento e ciò che non lo è.

Per fortuna, l’inserto economico del giornale londinese Times Money ha dato qualche indicazione in merito. 5 esperti provenienti da due dei programmi delle Bbc dedicati all’arte, hanno indicato quali sono per loro le future scommesse su cui puntare.

Più precisamente hanno individuato quali possono essere gli oggetti che costano poco ma che in futuro (nel 2030) sono destinati ad avere un aumento di valore incredibile.

Ovviamente perché questo accada è necessario averli conservati nella confezione originaria compreso l’imballaggio. Noi di ProiezionidiBorsa descriveremo 3 oggetti che costano meno di 132 euro ma che nei prossimi dieci anni potrebbero valere una fortuna.

Il cellulare e una borsa per l’ambiente

Come primo oggetto abbiamo il telefonino. I cellulari, infatti, hanno rivoluzionato le nostre vite e ormai quasi tutti ne hanno uno. Gli esperti pensano che nel prossimo futuro possano diventare oggetto di collezione al pari delle carte telefoniche.

Un esempio è il Motorola Dyna TAC che potrebbe passare da 78 euro nel 2008 a 132 euro nel 2030. È importante però che si conservino tutti gli accessori compresi gli auricolari e la scatola che lo conteneva.

Il secondo oggetto è la borsa “I’m Not A Plastic Bag” di Anya Hindmarch. La sua tela è una sintesi perfetta di esclusività, modernità e design. Inoltre, rappresenta l’attuale preoccupazione nei confronti dei cambiamenti climatici e la tutela delle risorse del pianeta Terra.

Il prezzo nel 2008 era accessibile a tutti poiché costava all’incirca 6,6 euro ma gli esperti avevano prospettato un aumento del prezzo fino anche a 663 euro nel 2030. Per questa ragione può diventare un pezzo da collezione.

Gli autografi dei VIP possono essere un ottimo investimento

Infine, tra i 3 oggetti che costano meno di 132 euro ma che nei prossimi dieci anni potrebbero valere una fortuna abbiamo gli autografi delle celebrità.

Può sembrare incredibile ma il valore di un autografo di una persona famosa aumenta nel tempo. Per questo motivo, secondo il parere degli esperti può essere un buon investimento.

Ad esempio, l’autografo di Hamilton, famoso pilota di Formula 1, potrebbe valere fino a 600 euro, in particolare se continuerà a vincere così. Quindi attenzione a non sottovalutare questi potenziali investimenti.

Consigliati per te