3 metodi per mantenere l’ordine in casa con i figli

Insegnare ai figli ad essere ordinati non è affatto semplice. Quanto tempo i genitori ogni giorno passano a rimproverare i propri figli cercando di fargli riordinare la cameretta? E quante volte, sono proprio i genitori che sfiniti dagli insuccessi, rimettono in ordine i giochi o i vestiti al posto dei figli?

Le persone si distinguono in due categorie: gli amanti dell’ordine e i disordinati.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Si dice che le persone disordinate siano più creative e meno ansiose di quelle ordinate. Queste invece, tenderebbero ad essere più rigide e meno pronte anche ai possibili cambiamenti della vita.

Naturalmente, non è detto che una persona ordinata o disordinata debba appartenere all’una o all’altra categoria.

Essere disordinati non significa essere per forza dei geni come Einstein. Così come, essere ordinati non significa essere persone migliori di chi è disordinato.

Al riguardo, non si può e non si deve generalizzare. C’è chi si ritrova benissimo nel proprio disordine e chi invece, non lo sopporta, ma non riesce ad essere ordinato.

Tenere in ordine la casa non è affatto semplice, soprattutto, se si hanno dei bambini piccoli.

E a volte, anche mantenere la calma quando la casa è in disordine non è semplice. Ecco perché il Team di ProiezionidiBorsa propone 3 metodi per mantenere l’ordine in casa con i figli.

3 metodi per mantenere l’ordine in casa con i figli

La scrittrice nonché educatrice giapponese, Nagisa Tatsumi, ha scritto un libro intitolato “L’arte di insegnare il riordino ai bambini”. Nel libro, l’autrice spiega l’importanza di stimolare i bimbi ad essere ordinati. Un’attività che secondo la scrittrice li aiuterà non solo a divertirsi, ma a vivere senza stress.

Insomma, sembrerebbe che riordinare la casa renda felici. Così come riordinare i giochi e i vestiti aiuti i più piccoli a raggiungere non solo un benessere psico fisico, ma anche molta autostima. L’arte del riordino rilasserebbe sia la mente che il cuore, donando serenità sia ai grandi che ai piccini.

Cerchiamo allora di capire concretamente i 3 metodi per mantenere l’ordine in casa con i figli.

Stabilire la sistemazione degli oggetti in casa

La prima cosa da fare è stabilire la sistemazione degli oggetti in casa. Immaginiamo la cameretta da giochi di un bambino. Gli oggetti dovranno essere divisi e sistemati a seconda del tipo di gioco. Ad esempio, i giochi in scatola dovranno essere raggruppati da una parte, le costruzioni da un’altra e così via. Per mantenere l’ordine, inoltre, i giochi dovranno essere ordinati in raccoglitori chiusi o su degli scaffali. I giochi usati più di frequente dal bambino, dovranno essere a portata di mano, quelli meno utilizzati, conservati altrove altrimenti anche regalati.

Le regole da rispettare sono essenzialmente due e sono entrambe dettate dalla praticità. Ogni cosa al proprio posto e l’ordine va fatto di volta in volta, eliminando gli oggetti in eccesso.

Regalare i giochi con i quali non si gioca più

La seconda cosa da fare è regalare i giochi, i vestiti o gli oggetti che non si usano più. È inutile conservare per anni e anni cose che non si usano più. Creano solo confusione e riducono spazio. Inoltre, donare vestiti, giochi ed altri oggetti che non si usano più significa aiutare altre persone o altri bimbi meno fortunati di altri.

La cura dei vestiti

La terza cosa da fare per mantenere in ordine la casa con i figli è insegnargli sin da piccoli, a riordinare i propri giochi e i propri vestiti. Dai 3 ai 6 anni, si può spiegare ad un bambino che ogni tipo di vestito è collocato in un determinato cassetto dell’armadio. Ad esempio, i cappelli e le sciarpe nel primo cassetto, l’intimo nel secondo e così via. Il bambino capirà benissimo e si divertirà anche a mettere in ordine secondo l’ordine dei cassetti.

Dai 6 ai 10 anni, i bambini sono in grado di gestire autonomamente l’ordine dei propri vestiti, avendo cura anche di piegarli. Avranno così maggiore autonomia e cercheranno loro stessi di mantenere sempre in ordine la propria camera, scegliendo anche il momento della giornata più adatto per farlo.

L’ordine è una buona abitudine nella vita e non è mai troppo tardi provare ad essere ordinati, nonché insegnare ad esserlo.

Approfondimento

Come lavare un maglione di lana senza infeltrirlo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te