2 titoli sotto la lente per la prossima settimana

I mercati sembrano essere ritornati all’ottimismo anche di breve termine. Quali sono 2 titoli sotto la lente per la prossima settimana?

Uno dei primi investimenti che potrebbe avere un ottimo ritorno nel breve periodo è Eni (MIL:ENI) . Secondo alcune indiscrezioni, Eni potrebbe essere tra le prime candidate per la costruzione di una raffineria in Ecuador. La capacità di questo stabilimento potrebbe aggirarsi intorno ai 310 mila barili di petrolio al giorno. La raffineria verrà costruita vicino a quella di Esmeraldas e avrà un valore di circa 5,8 miliardi di dollari. L’unico problema potrebbe essere l’inquinamento che è stata la causa che ha fatto chiudere la raffineria di Esmeraldas. Grazie a questa notizia Eni torna ai livelli di inizio anno, se nel breve periodo supererà quota 13,820 ci si aspetta un  rialzo direzionale che potrà portare la società sopra i 14,5 euro ad azione.

Il nuovo governo

Le quotazioni di Banca Monte dei Paschi di Siena SpA (MIL:BMPS) , ieri sono salite di 13 punti percentuali. La banca si è portata  al rialzo principalmente per due motivi: il primo è il calo dello spread di quest’ultima settimana che si è  portato a circa 166 mentre il secondo è la formazione del nuovo governo giallo-rosso. I due motivi sono comunque collegati uno all’altro perché il nuovo governo sembra che goda di più fiducia da parte della UE e della comunità internazionale. Nota da ricordare è che MPS sta continuando il suo programma di de-risking con 1,5 miliardi di Npe ceduti negli ultimi mesi. Inoltre il tesoro italiano è il principale azionista e dovrà entro la fine del 2019 presentare il piano di uscita dal capitale.

Oltre i 2 titoli sotto la lente: attenzione alle materie prime

Molta attenzione va data al petrolio che potrebbe riportarsi al rialzo. La guerra commerciale tra USA e Cina sta avendo una momentanea pausa e inoltre ci sono stati dei tagli alle scorte OPEC. Ma non è finita qui, in oriente la tensione aumenta e le scorte USA hanno subito un forte  un crollo. Tutte queste notizie potrebbero favorire  la salita del prezzo del petrolio per tutta la prossima settimana.

Una chiusura settimanale del Crude oil superiore ai 57,13$ sarebbe un buon segnale rialzista.

Approfondimento

Commodities Raccomandazioni e Schede tecniche

Titoli azionari Raccomandazioni e Schede tecniche

 

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.