2 titoli azionari sottovalutati a Wall Street

Prima di analizzare i 2 titoli azionari sottovalutati sui mercati americani in questo periodo, è conveniente fare una panoramica sulla situazione delle Borse a livello globale. Oggi per la politica italiana è un giorno molto atteso, con l’intervento del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in Senato. Cosa che potrebbe posizionare un marker importante nella crisi di governo.

E si sa, le crisi di governo hanno ripercussioni sui mercati finanziari italiani, ma anche europei. Intanto il Ftse Mib è in leggero calo e lo spread BTP/Bund è in area 215, 3. Sempre più in difficoltà il settore bancario, con l’indice FTSE Italia All-Share Banks che ieri ha chiuso a -1,35%.

Lo scenario europeo ed internazionale

Sul fronte tedesco la Bundesbank sembra cominciare ad aver paura di una possibile recessione. Ed è per questo che circolano voci di una manovra economica che potrebbe arrivare addirittura a 50 miliardi. Sul versante orientale il Nikkei 225 chiude in positivo dello 0,55%, in standby per gli eventi geopolitici.

Che aria tira a Wall Street?

La situazione dei futures negli Stati Uniti ha colore verde, attualmente. Ma sappiamo benissimo che gli ultimi eventi e scenari non sono stati incoraggianti, anzi si è parlato lungamente della possibilità di recessione in arrivo. In ogni caso i tre indici principali di Wall Street stanno godendo di momenti positivi. Il Dow Jones ha chiuso ieri sotto il punto percentuale. Meglio l’S&P 500 con +1,21% e ancora meglio il Nasdaq che ormai ci ha abituato alle grandi performance, chiudendo a +1,35%.

Un rally che sembra non fermarsi

Nonostante le turbolenze, la situazione dei mercati americani sembra protesa al rialzo. E se questo trend continuasse, rappresenterebbe di sicuro un assoluto record rispetto agli ultimi anni. Ma come già detto in precedenza, domani 21 agosto scadrà il setup annuale secondo le analisi di ProiezionidiBorsa e per il momento è importante essere molto cauti.

Alcuni titoli in controtendenza

Intanto però nello scenario ottimistico di questo rally, da inizio anno alcuni titoli sono scesi in territori negativi o semplicemente in fasi laterali, discostandosi dalla massa. Per questo motivo analizzando 2 titoli azionari sottovalutati, mostreremo come esistono realtà che non hanno avuto giustizia dagli investitori e che potrebbero avere un’inversione di tendenza nel secondo semestre di quest’anno.

I titoli da monitorare

Il primo dei 2 titoli azionari sottovalutati a Wall Street è American Airlines (AAL). La compagnia texana fondata nel 1931, è quotata al Nasdaq ed è evidente che la controtendenza sia fortissima, anche guardando al grafico.

Grafico American Airlines

Un trend evidentemente negativo, ma c’è da dire che il settore aereo, pur fortemente colpito negli ultimi tempi, potrebbe avere una ripresa nel 2020 a causa dell’eventuale abbassamento dei prezzi del petrolio.

Il secondo titolo sottovalutato

Grafico Foot Locker

Un titolo che ha una correlazione strettissima con la guerra dei dazi tra USA e Cina è sicuramente Foot Locker (FL), la società di abbigliamento sportivo newyorkese. Come si evince dal grafico, il crollo massiccio è avvenuto proprio nel periodo caldo della trade war. Di conseguenza il titolo potrà mostrare segni di risalita in concomitanza di una chiusura (possibile) dei dissidi commerciali tra Usa e Cina. Staremo a vedere.

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.