2 titoli azionari pronti a schizzare, brillano nella Borsa paralizzata dalla paura della recessione. Ecco cosa attendersi oggi

Difficile essere positivi dopo la seduta di mercoledì.  Non è tanto la dimensione della discesa dei prezzi della Borsa italiana a preoccupare, ma il clima che si è creato. Si fa fatica a trovare spunti per acquistare e tenere in portafoglio azioni con una visione di medio periodo, di qualche mese. In Borsa si naviga a vista: se sale si compra ma al primo accenno di debolezza si torna a vendere.

2 titoli azionari pronti a schizzare, brillano nella Borsa paralizzata dalla paura della recessione

Non è difficile capire il motivo di tanta incertezza. Basta leggere i dati macroeconomici che ogni giorno escono e che ogni giorno confermano una recessione devastante. Ieri i dati sull’occupazione USA nel settore privato hanno messo nero su bianco una perdita di 20 milioni di posti di lavoro dal 12 marzo al 12 aprile. Impossibile non tenerne conto.

Ieri, se molte delle blue chip del listino milanese hanno chiuso in negativo, titoli azionari a capitalizzazione minore non hanno mancato di dare soddisfazioni. In particolare 2 titoli azionari pronti a schizzare, brillano nella Borsa paralizzata dalla paura della recessione. Sono Banca Profilo, in rialzo del 14% e Isagro in salita del 12%

Brillano le azioni di Isagro e Banca Profilo

Dopo una lunga fase laterale, improvvisamente ieri i prezzi di Banca Profilo (MIL:PRO) sono schizzati verso l’alto. Hanno chiuso il gap che avevano aperto con la seduta del 9 marzo e hanno finito sui massimi di seduta a 0,168 euro. Il 6 marzo i prezzi avevano aperto un altro gap che chiuderebbero arrivando fino a 0,181. Se i prezzi dovessero salire sopra 0,170 ci sarebbero buone probabilità che quel target venga raggiunto.

Isagro ha aperto ieri la seduta in fortissimo rialzo grazie ad una notizia molto positiva che ha infiammato i prezzi. Ma poi ha chiuso sui minimi della seduta a 1 euro. Se dovessero tornare gli acquisti e il titolo risalisse sopra 1,05, avrebbe come primo target 1,12

Ecco cosa attendersi oggi dalla Borsa

Ieri la Borsa americana ha chiuso in ribasso. Il Dow Jones ha ceduto lo 0,9% e l’americano S&P500 ha perduto lo 0,7% (ma il Nasdaq ha guadagnato lo 0,5%). Nella notte Italiana l’indice giapponese Nikkei 225 ha terminato con un rialzo dello 0,2%. Mentre le Borse cinesi hanno chiuso con ribassi attorno allo 0,2%.

Se guardiamo ai future sugli indici ad un’ora dalla apertura delle Piazze in Europa, quello sul tedesco Dax è in rialzo di quasi 1 punto percentuale. Lo stesso guadagna il future sull’indice S&P500. Tutti gli altri future sugli indici europei sono in rialzo, il che fa supporre ad una apertura in Europa col segno più

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te