2 titoli accelerano al rialzo in Borsa a Milano

L’ultima seduta della settimana chiude con un bel rialzo delle Borse europee, allontanando, almeno per un po’, il rischio di altri crolli dei prezzi. Chiusura positiva per Piazza Affari, ma poteva andare meglio. E’ andata certamente bene, invece, agli azionisti di 2 titoli che accelerano al rialzo in Borsa a Milano. Vediamo quali sono.

Atlantia e Moncler scaldano i motori per una nuova corsa

Dopo una partenza in forte rialzo con un guadagno di quasi il 3 %, a metà giornata l’indice delle blue chips della Borsa italiana ha invertito direzione. Purtroppo nel pomeriggio i prezzi sono scesi e alla fine il progresso del listino milanese è stato dell’1,7%.

A frenare la Borsa di Milano ancora le banche, che al mattino hanno sostenuto il rialzo, ma nel pomeriggio sono state oggetto di vendite. Segnale che ancora per gli operatori non è arrivato il momento di mantenere in portafoglio i titoli bancari italiani.

E’ andata bene ad Atlantia, che ha messo a segno un bel rialzo di quasi l’8% sull’onda delle voci che vogliono vicino il rinnovo della concessione per Autostrade. Bene anche Moncler, in progresso del 5%, che dopo una fase di assestamento, sembra fare le prove per una seconda gamba rialzista

2 titoli accelerano al rialzo in Borsa a Milano

Ma sono soprattutto due titoli minori appartamenti al segmento Star, che hanno illuminato Piazza Affari con una accelerata dei prezzi davvero notevole, Sesa e d’Amico

Sesa (MIL:SES)  ha realizzato un guadagno di quasi il 12%. Dal minimo del 16 marzo a 28 euro, alla seduta di oggi a quasi 47 euro, ha guadagnato circa il 70%. E l’accelerata odierna sembra comunicare che la corsa non è ancora finita. A Marzo prima che cominciasse la crisi i prezzi erano a 57 euro, ad una distanza del 20% dalle quotazioni attuali.

Meno clamorosa ma ugualmente significativa la performance di D’amico, che ha realizzato un rialzo dell’8%. Nell’ultimo mese il titolo ha guadagnato il 23%, ma è ancora lontano dai massimi di febbraio, quando quotava 0,155 euro. Oggi ha chiuso a 0,082 euro e per tornare ai livelli pre-crisi ha margini di apprezzamento dell’85%.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te