2 notizie spingono Piazza Affari ma fa clamore il balzo di un titolo

Anche nella prima seduta della settimana si conferma il recupero della Borsa di Milano, nonostante una certa debolezza dei listini europei. In particolare 2 notizie spingono Piazza Affari ma fa clamore il balzo di un titolo.

Oggi la Borsa di Milano ha mostrato una forza maggiore delle altre Piazze europee, che hanno chiuso in calo o in leggero rialzo. Il rialzo della Borsa di Milano anche se non eccezionale, rafforza la possibilità di un rally d’agosto. L’ipotesi che solo una settimana fa sembrava tramontata, torna alla ribalta. Adesso il miraggio si fa concreto e in Borsa questo evento diventa possibile, grazie al possibile recupero di un settore fondamentale per Milano. Sempre oggi in Borsa sono salite al centro dell’attenzione le energie rinnovabili con il balzo straordinario di un titolo attivo in questo settore.

2 notizie spingono Piazza Affari ma fa clamore il balzo di un titolo

La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo la prima seduta della settimana, facendo segnare il rialzo maggiore tra le principali Piazze europee. Infatti al termine della seduta l’indice tedesco Dax ha chiuso in calo dello 0,3% e la Borsa di Londra è rimasta invariata. Parigi ha guadagno lo 0,1%.

Il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha chiuso in rialzo dello 0,7% terminando a 25.296 punti. La forza relativa della Borsa di Milano è incoraggiante per le prossime sedute e la possibilità di raggiungere i 26.000 punti a fine settimana rimane sul tavolo. Anche perché le banche hanno iniziato a recuperare. Intesa Sanpaolo oggi è stata la migliore con un rialzo del 2,3%, Unicredit ha guadagnato l’1,7% e BPER Banca l’1,5%. Anche le previsioni ottimistiche sulla crescita economica di Confindustria hanno favorito l’ascesa dei prezzi. Per l’Associazione degli industriali, la nostra economia avrà un rimbalzo forte nel secondo trimestre dell’anno.

Ma il titolo protagonista della seduta è stato PLC. PLC, azienda attiva nelle energie rinnovabili, oggi ha messo a segno un balzo di quasi il 18%, terminando la seduta a 2,37 euro. A lungo durante la giornata l’azione è stata in asta di volatilità, non riuscendo a fare prezzo.

Il balzo dell’azione arriva dopo 3 mesi di movimento laterale dei prezzi, che sono sui livelli di 4 anni fa. Il superamento dei 2,4 euro spingerà PLC verso il massimo relativo dei 3 euro, toccato ad aprile del 2018. Al ribasso occorre fare attenzione ad una discesa dei prezzi sotto 2,2 euro, che farà scendere le quotazioni a 2,0 euro.

Approfondimento
Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te