2 banche già pronte a scendere mentre una rimane al rialzo a Piazza Affari

Brutta piega per i mercati azionari che sembrano presentare molte condizioni per avviarsi verso una correzione di almeno il 10%. Come al solito si procederà per step ma in questo momento è consigliabile essere sottopesati sull’azionario in ottica 1/3 mesi.

Ci sono frattanto 2 banche già pronte a scendere mentre una rimane al rialzo a Piazza Affari.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

I nostri Trading System stanno monitorando con attenzione Banco BPM, Intesa Sanpaolo e Unicredit (MIL:UCG) e di seguito viene indicata la strategia di investimento in ottica plurisettimanale per portare gli eventi futuri a proprio favore.

Facciamo prima una premessa. Fra lunedì e martedì della prossima settimana si attendono ulteriori conferme sull’ipotesi del ribasso. Secondo le nostre previsioni, dopo un inizio di settimana con un tentativo di rimbalzo, entro le prime ore di contrattazione di martedì, si dovrebbe iniziare a scendere fino a venerdì.

Come al solito si procederà per step ma ora torniamo al nostro argomento principale.

2 banche già pronte a scendere mentre una rimane al rialzo a Piazza Affari

Banco BPM, ultimo prezzo a 2,697. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 2,813, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 2,461 e poi  2,35. Nel breve, un primo indizio rialzista si avrebbe con una chiusura giornaliera  superiore a 2,761. Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 1,24 euro per azione. Le raccomandazioni degli altri analisti convergono invece intorno al prezzo di 3,09.

Intesa Sanpaolo, ultimo prezzo a 2,3465. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale superiore a 2,4095, i prezzi potrebbero continuare a scendere in poche settimane verso l’area di 2,1275 e poi 1,75. Nel breve, un primo indizio rialzista si avrebbe con una chiusura giornaliera  superiore a 2,3875. Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 2,10 euro per azione. Le raccomandazioni degli altri analisti convergono invece intorno al prezzo di 2,745.

Unicredit, ultimo prezzo a 10,754. Fino a quando non si assisterà ad una chiusura settimanale inferiore a 10,406, i prezzi potrebbero continuare a salire in poche settimane verso l’area di 11,32/12,45. Nel breve, un primo indizio ribassista si avrebbe con una chiusura giornaliera inferiore a 10,754. Fair value stimato dal nostro Ufficio Studi a 7,50 euro per azione. Le raccomandazioni degli altri analisti convergono invece intorno al prezzo di 11,60.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te